100 anni di atletica leggera gialloverde

La prossima settimana, dal 25 al 27 giugno, si terranno a Rovereto i Campionati italiani assoluti di atletica leggera. Le Fiamme Gialle approfitteranno dell’occasione per mettere in pista – è proprio il caso di dirlo – non solo i suoi migliori atleti, ma anche una serie di iniziative per celebrare i cent’anni di attività agonisti dell’atletica leggera gialloverde. Tali iniziative sono state presentate questa mattina a Trento alla stampa dal comandante del Gruppo Polisportivo Gen. B. Vincenzo Parrinelli.

“VETRINE FIAMME GIALLE”

Sin dalla vigilia dell’evento e per tutta la durata dello stesso, verranno allestite alcune vetrine del centro di Rovereto, gentilmente messe a disposizione grazie alla collaborazione con l’Azienda di Promozione Turistica e l’Unione Commercio locali, che saranno “brandizzate” Fiamme Gialle con poster, abbigliamento, attrezzi sportivi, ecc.

“ANNULLO FILATELICO”

Nella giornata di sabato 26, presso lo stadio “Quercia” sarà presente uno stand realizzato in collaborazione con Poste Italiane, presso cui sarà possibile, per tutti gli spettatori, acquistare alcune cartoline speciali con il francobollo emesso il 29 maggio per celebrare il Centenario, impreziosito da un annullo filatelico dedicato all’evento.

“PREMI SPECIALI AI PLURICAMPIONI ITALIANI”

Domenica mattina, presso il Comune, saranno premiati, gli atleti delle Fiamme Gialle che nel corso della loro carriera hanno vinto più titoli italiani all’aperto: in campo femminile Simona La Mantia ed Elisa Rigaudo (7 volte campionesse italiane) e per il settore maschile Nicola Vizzoni (vincitore di ben 14 titoli). In tale occasione un riconoscimento sarà consegnato a Mariano Scartezzini, uno dei migliori specialisti al mondo dei 3000 m siepi a cavallo degli anni 70 e 80.

“PREMIO IN MEMORIA DI “MIMMO” CALIANDRO”

In occasione della premiazione dei 1500 m maschili al vincitore della gara verrà consegnato un premio speciale in memoria di Cosimo “Mimmo” Caliandro, l’indimenticato campione Europeo Juniores dei 1500 ed assoluto dei 3000 m indoor tragicamente scomparso dieci anni fa, il 10 giugno 2011, in un incidente stradale.

“OPERAZIONE REGALIAMO UN SORRISO”

Si è voluta dare, com’è ormai tradizione delle Fiamme Gialle, anche una valenza sociale alla  presenza a Rovereto. Lunedì mattina, a gare concluse, una qualificata rappresentativa della squadra gialloverde tornerà a far visita, come già accaduto in occasione dei campionati italiani del 2014, ai ragazzi della Cooperativa Sociale Iter, per conoscere le loro attività, interagire con loro e trascorrere qualche ora insieme.

Presenti all’incontro di oggi a Trento anche Paola Mora, Presidente del CONI Trentino nonché membro del Consiglio Nazionale del CONI, Dino Parise, Presidente del Comitato FIDAL Trentino, Carlo Giordani, Presidente del Comitato Organizzatore degli Assoluti di atletica, e ospite d’eccezione, l’ex “Fiamma Gialla” Mariano Scartezzini, nato proprio a Trento. Il campione di Seregnano vinse due volte in Coppa Europa, a Torino 1979 e Zagabria ’81; alle Universiadi del 1979 fu argento e bronzo nel 1981. Alla prima edizione del Golden Gala, 5 agosto 1980, stabilì il record italiano della specialità con 8’12”5, all’epoca settima prestazione mondiale all-time. Il Generale Parrinello ha consegnato a Scartezzini, come ricordo, una gigantografia della prima pagina della Gazzetta dello Sport del 6 agosto 1979 nella quale veniva acclamato lo strepitoso risultato ottenuto a Torino in Coppa Europa.

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email

Lascia un commento