120 milioni per la mobilità olimpica

Per la realizzazione di alcune opere infrastrutturali ritenute prioritarie in vista delle Olimpiadi 2026, in Trentino arriveranno 120 milioni di euro. La somma, stanziata nella legge di bilancio 2020 dello Stato, è legata ad interventi in tema di mobilità sostenibile.

Rientrano in questo finanziamento le seguenti opere: Bus Rapid Transit – Valli Olimpiche (60 milioni di euro), adeguamento del deposito bus di Cavalese (10 milioni), interconnessione tra SP81 e SP71 (16 milioni), adeguamento delle infrastrutture della stazione ferroviaria di Trento (6 milioni) e acquisto treni elettrici o ibridi per la linea Trento – Bassano (28 milioni).

Per procedere alla firma congiunta col MEF e alla successiva emanazione, deve formalmente essere acquisita l’intesa con i territori ospitanti le Olimpiadi. Per questo la Giunta provinciale, dopo aver sentito i Comuni trentini coinvolti, ha approvato una delibera con la quale viene ratificata l’intesa raggiunta con i Ministeri competenti. 

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email

Lascia un commento