La nuova sede della banda civica di Predazzo

Domenica mattina verrà ufficialmente inaugurata la nuova sede della banda civica “Ettore Bernardi” di Predazzo. Ad un anno dalla fine dei lavori, verranno così presentati al pubblico i locali rinnovati dall’Amministrazione comunale all’interno dell’edificio che ospita anche il cinema teatro.

Alle 11, la formazione musicale, guidata dai maestri Fiorenzo e Ivo Brigadoi, sfilerà suonando dalla piazza Santi Filippo e Giacomo fino al parcheggio antistante la sede, dove si terranno i discorsi di rito. Dopodiché, in piccoli gruppi, i presenti potranno visitare i locali ristrutturati su progetto del geometra Paolo Gabrielli che, essendo anche musicista e bandista, ha saputo interpretare le esigenze della banda in termini di confort acustico, visivo e funzionale.

I lavori hanno visto il rifacimento degli impianti termosanitario ed elettrico; la demolizione e ricostruzione del bagno, ora completamente sbarrierato; la sostituzione dei serramenti; il rifacimento dei pavimenti e dei controsoffitti con materiali fonoassorbenti. In particolare, la sala prove principale è stata rivestita totalmente in legno e cartongesso microforato coibentato, così da garantire una risposta sonora di qualità.

“Abbiamo risposto positivamente alle richieste della Banda, che possiamo considerare la colonna sonora del nostro paese, perché è una realtà civica che fortemente si identifica con Predazzo, portandone il nome e lo stemma con orgoglio, e siamo convinti che meriti una sede in grado di rispondere alle sue esigenze di spazio, acustica e formazione”, commenta l’assessore alla Cultura Giovanni Aderenti. “Purtroppo – aggiunge la presidente della Banda Romina Degregorio – le restrizioni causate dalla pandemia non ci permettono ancora di viverla appieno e la stiamo utilizzando soltanto parzialmente per lavori in piccoli gruppi o con gli allievi. Le prove dell’intero organico le stiamo ancora tenendo allo Stadio del salto, dove gli spazi ci permettono maggior distanziamento. È comunque un grande piacere mostrare finalmente la nostra sede rinnovata ai tanti compaesani che ci seguono e apprezzano, nella speranza di poter presto tornare a riempirla con le note dei nostri strumenti”

Facebook
Twitter
WhatsApp
Email

Lascia un commento