A Cavalese “La Grande Staffetta” di Alex Zanardi

Partirà il 4 luglio e arriverà alle 12.30 in Piazza Scopoli a Cavalese la prima tappa de “La Grande staffetta” di Obiettivo tricolore, il gruppo di atleti paralimpici del progetto di Alex Zanardi che è anche il titolo del docu-film appena uscito nelle sale. Fino al 25 luglio 65 atleti paralimpici si passeranno il testimone per promuovere i valori di sport e disabilità: 54 tappe dal Trentino-Alto Adige alla Sicilia per un unico messaggio: “con la determinazione, la passione, l’impegno si possono superare tutte le difficoltà”.

Aspettando Alex, che si sta impegnando nelle sedute quotidiane di neuroriabilitazione all’Ospedale di Vicenza, i suoi ragazzi hanno deciso di proseguire nel suo esempio. Proprio per questo Obiettivo Tre, la società creata da Zanardi per avvicinare uomini e donne allo sport paralimpico, ha deciso di organizzare una seconda edizione della Grande Staffetta.

Gli obiettivi sono la promozione di O3 e le attività di reclutamento di nuovi potenziali atleti, la sensibilizzazione al tema della disabilità nello sport e dell’accessibilità dei luoghi in cui praticarlo che coinvolgerà anche le amministrazioni locali e le istituzioni, prime fra tutte il Comitato Italiano Paralimpico, l’Inail, e le Regioni e la creazione di spazi dedicati ad associazioni che sul territorio si occupano di promuovere temi come la disabilità nello sport.

A Cavalese – ci dice il vicesindaco Alberto Vaia – la staffetta (un atleta in handbike accompagnato da altri ciclisti e il mezzo di supporto) sarà accolta dalle autorità e dai ragazzi di Just for Fun e passerà il testimone ad un ragazzo di Ville di Fiemme che la porterà fino a Borgo Valsugana.

“La grande staffetta di un anno fa è stata qualcosa di immenso, sia per noi atleti che per l’Italia intera – afferma la paralimpica Ana Maria Vitelaru – E’ stato un grande abbraccio per la ripartenza. Il fatto che riusciamo noi a farcela e a non abbatterci di fronte alle difficoltà è un messaggio importante per tutta l’Italia. Dopo ciò che è successo a Zanardi, un incidente terribile per tutti, avevo voglia di smettere. Ma Obiettivo3 è una grande famiglia che mi ha dato la forza per ripartire”.

La nuova edizione de “La Grande Staffetta” sarà seguita anche da Sky Sport con una serie di speciali dedicati al viaggio di Obiettivo Tricolore.

 

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email

Lascia un commento