Andrea Castelli riporta sul palco “SOL”

Dopo trentasei anni Andrea Castelli torna con Sol. L’attore trentino, uno tra gli artisti più amati dal pubblico regionale, riporta sul palco uno dei suoi primi monologhi, rivisitandolo grazie ad un ‘remix’ dei pezzi più iconici.

Lo spettacolo, già sold out da settimane, andrà nuovamente in scena il prossimo 22 dicembre (ore 20.30) al Teatro Sociale di Trento a distanza di trentasei anni. Un po’ come chiudere il cerchio che l’artista aprì sul finire degli anni ottanta con il primo monologo del teatro trentino che mai si era cimentato con uno spettacolo “in SOLitaria”. 

«Da allora, come tutti sappiamo,  tanti sogni, promesse e ideali si sono infranti e la prospettiva si è fatta più oscura, ma proprio per questo crediamo che la distanza temporale di quasi quarant’anni  sia un reagente per  individuare il contrasto tra una certa innocenza ed ingenuità di un mondo quasi spensierato che ha perso la sua semplicità (un problema di matematica assurdo, gli occhi magnetici della prof d’inglese, l’avviamento al ciclismo)  e quello affannoso di oggi, allarmista, problematico e cattivo che ogni giorno ci ferisce. – spiega lo stesso Andrea Castelli – Ma al di là di tutte queste considerazioni, la ripresa di “Sol” vuole essere un affettuoso omaggio a quel pubblico di affezionati “fan” che ormai hanno consumato audio e videocassette, che citano a memoria brani e battute, che sono cresciuti con un gergo “castelliano” perché i genitori, o addirittura in certi casi i nonni, li avevano portati a teatro».

 

Facebook
Twitter
WhatsApp
Email

Lascia un commento