Annika Sieff sfiora il podio nella classifica generale di Coppa del Mondo

Gyda Westvold Hansen si è aggiudicata la vittoria anche nell’ultima Gundersen femminile di Coppa del mondo della stagione 2022/23, nella tappa casalinga di Oslo. La norvegese – alla 18esima vittoria in carriera sul massimo circuito -, è riuscita nell’impresa storica di completare la stagione perfetta, vincendo non solo tutte le gare di Coppa del mondo (10/10), ma anche tre medaglie d’oro in altrettante gare ai Mondiali di Planica. Westvold Hansen, dopo aver vinto la fase di salto con un vantaggio siderale, non ha lasciato scampo alle avversarie nemmeno sugli sci stretti, terminando i 5 km del tracciato col tempo di 13’42″3, infliggendo 46″8 alla compagna di squadra Ida Hagen e 54″4 alla giapponese Nakamura.

Annika Sieff ha terminato la sua ultima gara stagionale al sesto posto: dopo un’ottima fase di salto, che l’aveva vista al terzo posto, la trentina di Varena non è riuscita a tenere l’indiavolato ritmo delle norvegesi nella fase di fondo, staccandosi progressivamente da metà gara fino a chiudere con 1’37″5 di distacco. Buona prestazione anche di Daniela Dejori 12esima al traguardo, Veronica Gianmoena è giunta in 22esima posizione.

Westvold Hansen primeggia nella generale a quota 1000 punti, seguita dalla tedesca Nathalie Armbruster e da Ida Hagen, che sopravanza per un solo punto Sieff (542 a 541).

Jarl Magnus Riiber ha vinto nella Gundersen maschile dal trampolino grande. Il formidabile padrone di casa, di ritorno in Coppa del mondo dopo aver saltato le gare pre Mondiali a causa di un forte stato influenzale, ha stupito ancora una volta: prima dominando nella fase di salto, per poi confermare la sua superiorità anche nella fase di fondo (23’40″4), rifilando 1’56″5 al secondo classificato, il tedesco Julian Schmid, bravo a recuperare quattro posizioni. Terzo posto per il leader della generale Johannes Lamparter, attardato di 1’57″9.

Raffaele Buzzi è stato il migliore della compagine azzurra al 27esimo posto con un’ottima gara nei 10 km norvegesi, che gli ha permesso di scalare ben nove posizioni dall’ordine di partenza; Alessandro Pittin ha chiuso 33esimo, Aaron Koster 34esimo, mentre non sono partiti Iacopo Bortolas e Samuel Costa.

Foto: FISI

Facebook
Twitter
WhatsApp
Email