Attorno al fuoco, 155 anni di storia dei pompieri di Cavalese

Un libro che racconta la storia del Corpo dei Vigili del Fuoco Volontari di Cavalese attraverso atti e documenti ufficiali e grazie ai ricordi di tanti pompieri di ieri e di oggi, che hanno messo a disposizione aneddoti, diari e fotografie.

È questo lo spirito del contenuto del libro “Attorno al fuoco – storia e storie dei vigili del fuoco volontari di Cavalese” presentato nel Palazzo della Regione alla presenza del sindaco di Cavalese Sergio Finato, l’assessore alla cultura di Cavalese Beatrice Calamari, l’assessore provinciale Roberto Failoni, l’autrice del libro Monica Gabrielli e il Comandante dei Vigili del Fuoco Volontari di Cavalese Andrea Debertol.

Hella - We design cool shadows

Fin dal 1868, anno in cui venne istituto un comitato per redigere lo statuto della costituente formazione pompieristica, la storia del Corpo si intreccia con quella del paese di Cavalese e della Valle di Fiemme. Quello che si sfoglia è dunque un album dei ricordi che riguarda l’intera comunità, ripercorrendo eventi drammatici quali la catastrofe di Stava e le due tragedie del Cermis; incendi che sono rimasti impressi nella memoria collettiva, quali il rogo alla chiesa della Pieve e quello del teatro; eventi calamitosi come l’alluvione del 1966 e la tempesta Vaia del 2018. Spazio anche ai momenti conviviali e di festa, alle manovre e ai convegni distrettuali, alle soddisfazioni sportive, alle missioni di soccorso e solidarietà in tante zone d’Italia (e non solo). Attraverso il racconto di come sono cambiati i tipi e i modi d’intervento, si ripercorrono quindi più di 150 anni di vita del Corpo e della comunità di cui è espressione: un filo dei ricordi che attraversa un secolo e mezzo e che continua ad alimentarsi grazie a valori di solidarietà e partecipazione che vengono trasmessi di generazione in generazione.

“Come dice il titolo questo libro vuole proporre di tornare a sedersi attorno al fuoco e risentire i racconti che venivano trasmessi di generazione in generazione attorno al focolare e far capire cosa vuol dire essere vigili del fuoco volontari – spiega l’autrice del libro – abbiamo il dovere come comunità di trasmettere i valori che sono fondanti della nostra Autonomia. Parlo dei valori di partecipazione attiva, di collaborazione e di solidarietà che da oltre 150 anni muovono il Corpo dei Vigili del Fuoco di Cavalese e di tutta la Val di Fiemme”.

“Con questo libro vogliamo valorizzare la nostra identità – ha spiegato il sindaco Finato – e di una storia fatto di impegno e sacrifici che danno valore all’autonomia non solo della Provincia, ma anche di un territorio come la Val di Fiemme e della sua comunità”.

Ski Area Catinaccio a Vigo di Fassa
Facebook
Twitter
WhatsApp
Email

2 commenti su “Attorno al fuoco, 155 anni di storia dei pompieri di Cavalese”

    • Buonasera, viene distribuito a tutte le famiglie di Cavalese. Per maggiori informazioni può provare a contattare i Vigili del Fuoco di Cavalese

I commenti sono chiusi.