Bletterbach, dove la geologia incontra l’astronomia

Da parecchi anni è il momento culmine della stagione estiva al GEOPARC Bletterbach: lo “sguardo nel passato” con il Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige, il Planetarium Alto Adige e gli astrofili “Max Valier”. Mercoledì 24 agosto, a partire dalle ore 21, gli osservatori delle stelle e gli appassionati di geologia, nel Dolomiti Patrimonio UNESCO Bletterbach ad Aldino, rivolgeranno il loro sguardo non verso il basso nella profonda gola, ma verso il cielo notturno sopra il Corno Bianco.

Cosa hanno in comune le stelle e i pianeti con la geologia del Bletterbach, patrimonio dell’UNESCO? Più di quanto si possa pensare a prima vista: lo fa vedere la mostra del GEOPARC Bletterbach e dell’Agenzia Spaziale Europea ESA, che anche quest’estate è stata allestita davanti al centro visitatori di Aldino.

Hella - We design cool shadows

La formazione, le caratteristiche e le peculiarità delle stelle e dei pianeti stanno anche al centro dell’evento serale “Uno sguardo al passato” mercoledì, 24 agosto dalle ore 21 a partire dal centro visitatori GEOPARC Bletterbach ad Aldino. Parteciperanno David Gruber, direttore del Museo di Scienze Naturali Alto Adige e astrofisico, Benno Baumgarten, vicedirettore e geologo e la presidente degli Astrofili “Max Valier” e fotografa Stephanie Wolters.

Con racconti emozionanti e l’aiuto di un telescopio, i relatori mostreranno quanto possano essere affascinanti la geologia e l’astronomia, come scoprire le costellazioni più belle del cielo di agosto, dove vedere Venere, Giove e Saturno e come catturare una foto impressionante della Via Lattea. Con un po’ di fortuna, passeranno anche alcune stelle cadenti.

Cemin Sport

Per informazioni chiamare il numero 0471886946 o scrivere a info@bletterbach.info. La partecipazione è gratuita, non è necessaria la prenotazione. Si consiglia un abbigliamento caldo. In caso di maltempo l’evento sarà annullato.

Foto (GEOPARC Bletterbach/Christian Weber)

Martino Vanzo
Facebook
Twitter
WhatsApp
Email