Dal carcere di Milano ai sentieri di Predazzo-Bellamonte

In questi giorni soggiornano all’hotel Zaluna di Predazzo un gruppo di detenuti del carcere Opera di Milano. Sono qui da noi per occuparsi della riqualificazione dei sentieri danneggiati dalla tempesta Vaia nelle zone di Predazzo e Bellamonte sotto la guida degli esperti del Parco di Paneveggio.

Gli studenti dell’istituto “La Rosa Bianca” di Cavalese hanno avuto l’opportunità di incontrare i detenuti e avvicinarsi alla realtà del carcere ascoltando le loro testimonianze.

Il progetto nasce dall’associazione “Il bivacco”, un’organizzazione di volontariato che, dal 1989, si adopera per la reintegrazione sociale dei detenuti, promuovendo lo sviluppo dei contatti tra la comunità carceraria e la società libera.

Facebook
Twitter
WhatsApp
Email

Un commento su “Dal carcere di Milano ai sentieri di Predazzo-Bellamonte”

Lascia un commento