Danziamo a monte

Danzare A Monte – Visioni di danza in natura giunge alla terza edizione con nuove proposte culturali fra passeggiate, spettacoli e laboratori, sul filo rosso di attività multidisciplinari che creino un nuovo racconto del territorio montano. Il festival coinvolgerà diversi luoghi della Val di Fiemme dal 21 al 31 luglio, con eventi attenti alla sostenibilità, che non prevedono l’utilizzo di elementi tecnici e acustici inquinanti, ponendo al centro della propria filosofia il dialogo fra artisti, pubblico e ambiente. Ad accompagnare ogni evento una passeggiata durante la quale gli spettatori verranno guidati ai luoghi dedicati agli spettacoli da una guida esperta e potranno immergersi nella natura e nella storia culturale locale. Gli eventi sono infatti realizzati coinvolgendo e collaborando con enti e associazioni locali, per sviluppare un nuovo racconto del territorio, ricco delle proprie tradizioni e proiettato in un futuro sostenibile e nuovo centro di connessioni culturali e multidisciplinari. Proprio per sviluppare il dialogo fra artisti e territorio quest’anno il festival si arricchisce con un’attività di residenza artistica in quota.

L’artista roveretana Francesca Bertolini sarà ospite del rifugio Cauriol sul Lagorai per sviluppare il progetto “Dodder”, un’immersione nell’intreccio fra umano e naturale alla ricerca di una danza ecologica. L’evento è organizzato in collaborazione con l’associazione Montanamente e sarà accompagnato dalla guida Luca Stefenelli. L’appuntamento, sostenuto dal comune di Ziano, è il 21 luglio, ore 17:00 con ritrovo al parcheggio sottostante il rifugio è prevista una cena a termine dell’evento.

Il secondo appuntamento del festival è con Elena Sgarbossa, 23 luglio, ore 15:00 alla Cascata di Cavalese.double : double” è uno spettacolo sulle coincidenze temporali e lo scorrere del tempo, scandito dagli screenshot del telefono con ore doppie; l’evento sarà preceduto da una passeggiata organizzata dalla Magnifica Comunità di Fiemme.

Per i più piccoli e le famiglie il 23 luglio a Bellamonte la compagnia Le Pleiadi presenterà “Alberi Maestri Kids”, una performance itinerante ed esperienziale alla scoperta del mondo degli alberi utilizzando cuffie bluetooth e simpatiche installazioni animate; la performance sarà accompagnata dagli interventi del Museo Geologico delle Dolomiti di Predazzo; doppia replica alle ore 11 e alle ore 16.

Il 30 luglio alle 10:30 da piazza S.S. Filippo e Giacomo a Predazzo parte la “Mappatura emotiva” della compagnia ex vUoto teatro, una passeggiata performativa in cui gli artisti co-progetteranno con gli abitanti della valle uno spettacolo dal vivo che racconterà storie e visioni future per la valle. Il progetto è frutto della collaborazione con l’associazione New Generation Fiemme e il PGZ Val di Fiemme. Il festival collabora con RAM (Residenze Artistiche Montane) con cui proporrà una camminata partecipata dal titolo “No more plogging!” incentrata sulla tematica dei rifiuti, per sensibilizzare le persone sulla loro dispersione nell’ambiente.
Appuntamento al Centro Servizi di Bellamonte il 31 luglio alle ore 16.

Alla programmazione di spettacoli e passeggiate si collegano eventi collaterali di incontro diretto con il pubblico e gli appassionati. Il 21 luglio alle 10:30 si svolgerà lo Sharing Training A Monte, al parco della Pieve di Cavalese, in collaborazione con il Comune. I professionisti della danza si incontrano per un training condiviso e dialogante con il pubblico e tutti i curiosi, che potranno conoscere il lavoro degli artisti da dietro le quinte.

Il 16 e il 30 luglio la Biblioteca di Predazzo collaborerà con il festival per il laboratorio “Il corpo e il paesaggio”, due incontri dedicati a tutti gli adulti interessati al movimento espressivo e libero dove riscoprire il piacere di muoversi all’aperto, attivando corpo e mente grazie a esercizi fisici individuali e di gruppo. Gli incontri si svolgeranno al biolago di Predazzo dalle 9 alle 10.

Il progetto è supportato dalla Fondazione Caritro e da Val di Fiemme Cassa Rurale; tutti gli eventi sono gratuiti, a numero ridotto su prenotazione. L’organizzazione invita in particolar modo le persone interessate a partecipare alla progettazione della Mappatura emotiva, per la sua peculiarità saranno infatti previsti incontri con gli artisti della compagnia che proprio grazie ai racconti degli abitanti potranno realizzare lo spettacolo finale. Per tutte le informazioni contattare il numero 347 5292502 o scrivere all’indirizzo email infodanzareamonte@gmail.com. Il programma completo del festival è consultabile sul sito www.pluraldanza.org, sul profilo Instagram della manifestazione e scaricabile dal QR code del manifesto.

 

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email

Lascia un commento