Dialoghi erranti e cinema dolomiti

Ci sono alcune novità nell’intensa attività estiva del Museo geologico di Predazzo, gestito dal Muse di Trento. Tra l’altro prenderà il via anche la nuova collaborazione con la vicina Apt Val di Fassa e il Circolo Mineralogico di Fassa e Fiemme: ogni martedì venerdì alle 17 partono dalla Ciasa de Noscia Jent di Pozza di Fassa due laboratori tematici: “A pesca nel Mar del Triassico” e “La tombola dei minerali”; ogni giovedì alle 9 sono invece in programma i geotrekking alla scoperta delle Dolomiti fassane in compagnia degli esperti del MUSE e degli accompagnatori di media montagna.

Una conferma invece, sono i “Dialoghi erranti” che inizieranno il 21 luglio. Un ciclo di sei passeggiate guidate dagli esperti del MUSE e intervallati da letture e spettacoli di danza nei dintorni di Predazzo e Bellamonte per immergersi nel paesaggio e parlare di sostenibilità ambientale, cambiamenti climatici, mitologia e identità nelle Dolomiti. Il primo incontro, dal titolo “Paesaggi di Fiemme, breve storia del rapporto millenario tra uomo e natura”, è affidato a Cesare Micheletti, consulente scientifico della Fondazione Dolomiti UNESCO. Il 28 luglio si parla di “Economia circolare per soluzioni sostenibili” con Silvia Scarian Monsorno del MUSE e Andrea Ventura, di Bioenergia Fiemme, il 4 agosto di “Storia e biodiversità lungo il tracciato dell’ex ferrovia Ora-Predazzo” con Tommaso Dossi della Magnifica Comunità di Fiemme, l’11 agosto è la volta di “Passeggiate prestoriche, 10 mila anni fa come oggi” con l’archeologa del MUSE Elisabetta Flor, mentre il 18 agosto il geologo del MUSE Riccardo Tomasoni entrerà nel vivo dei misteri di “Val San Nicolò. Mosaico geologico”. A chiudere la rassegna, mercoledì 25 agosto, Gilberto Volcan del Parco Naturale di Paneveggio con un suggestivo dialogo “Nel bosco all’imbrunire sulle tracce dei suoi abitanti”.

Confermata anche la rassegna di film in piazza a Predazzo “Cinema Dolomiti” in collaborazione col Filmestival di Trento che inizierà il 29 luglio con “Icemeltland park” di Liliana Colombo (Italia, UK 2020) e “Tage draußen!” di Franz Walter (Austria, 2020). Il 5 agosto è in programma “Samuel in the clouds” di Pieter Van Eecke (Belgio, 2016), il 12 agosto “Nomad: in the footsteps of Bruce Chatwin” di Werner Herzog (UK, 2019), e il 19 “Con le mie mani” di Mattia Venturi (Italia, 2020).

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email

Lascia un commento