Domenica torna la neve

Dopo un inizio anno eccezionalmente caldo, già da domani – sabato 7 gennaio – comincerà ad affluire aria più fresca e le temperature in montagna torneranno su valori più consoni e vicini alla media del periodo. Domenica 8 gennaio una perturbazione atlantica interesserà le Alpi con precipitazioni inizialmente deboli sparse al mattino, più intense e diffuse al pomeriggio sera e nella notte su lunedì. La quota neve è stimata a circa 1.300 -1.500 metri o più sui settori meridionali, 1.000 – 1.300 metri a nord e nelle valli meno ventilate ma non è escluso che neve o neve mista a pioggia (con eventuali accumuli nulli o molto scarsi) possa localmente scendere anche sotto i 1.000 metri durante le fasi più intense e nelle valli meno ventilate, soprattutto dei settori occidentali. Oltre i 1.500 – 1.700 metri sono probabili 10 – 30 centimetri o più di neve con i valori maggiori sui settori meridionali ed a quote elevate; quantitativi generalmente inferiori a quota inferiori. Lunedì residue precipitazioni in mattinata e moderato rinforzo dei venti da nord. Martedì piogge assenti con temperature vicine alla media.

Facebook
Twitter
WhatsApp
Email

Lascia un commento