Edoardo Bennato L’isola che non c’è

L’utopia, che bel “ motore” per il cambiamento. Avere un obiettivo per quanto immaginario e irraggiungibile è una spinta fondamentale per progredire. Splendida questa pennellata musicale di Bennato, un cantastorie che in tempi di “eccellenze”, potrebbe stazionare ai vertici, tra i più bravi del nostro paese canterino. 

Facebook
Twitter
WhatsApp
Email

Lascia un commento