Fassa base di lancio per i Mondiali

Le speranze azzurre di medaglia passano dalla Val di Fassa. In questi giorni la squadra italiana delle discipline tecniche sta rifinendo la preparazione in vista delle gare iridate dei Mondiali di Cortina sul collaudato pendio della pista Aloch, da anni sede degli allenamenti dell’Italsci grazie al progetto “Piste Azzurre”.


Le prime ad arrivare in Val di Fassa, domenica scorsa, sono state le slalomiste Irene Curtoni, Lara Della Mea, Martina Peterlini e Anita Gulli, raggiunte il giorno seguente dai colleghi maschi Alex Vinatzer (che proprio sull’Aloch nel 2019 conquistò il titolo di campione del mondo junior), Manfred Mölgg e Giuliano Razzoli. Ai tre si aggiunge il padrone di casa Stefano Gross, che è cresciuto sulla Aloch, a due passi da casa. I due gruppi sono guidati dai rispettivi allenatori, Matteo Guadagnini e Jaques Theolier.
Le slalomiste si fermeranno a Pozza di Fassa fino 15 febbraio, i maschi fino a giovedì 11. Assieme agli azzurri di Coppa del Mondo, partecipano alle sedute di training, in programma fino a venerdì, anche gli atleti della nazionale junior maschile, ovvero Tommaso Saccardi, Manuel Ploner e Filippo Della Vite, quest’ultimo prossimo al debutto in un Campionato del mondo assoluto. A completare la pattuglia azzurra presente in Val di Fassa ci sono, infine, le atlete del gruppo Coppa Europa di slalom gigante Asia Zenere e Ilaria Ghisalberti, che si fermeranno fino a venerdì.


Foto: Mattia Rizzi

 

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email

Lascia un commento