Fiemme non si ferma

Calato il sipario sul Tour de Ski, la Val di Fiemme non ha tempo per riposarsi.  Dal 14 al 17 gennaio sarà, infatti, di scena sui trampolini dello Stadio del Salto di Predazzo e al Centro del Fondo di Lago di Tesero la Coppa del Mondo di Combinata Nordica. Tanti gli eventi annullati a causa del Covid19 e solamente due le tappe sin qui disputate, ovvero Ruka (Fin) e Ramsau (Aut), ma ciò non toglie entusiasmo per l’unica tappa italiana nel calendario dei combinatisti, appuntamento che ormai è un punto fisso del calendario internazionale. 

Nei primi posti della classifica generale ci sono per ora i soliti protagonisti pronti, ancora una volta, a sfidarsi a duello, ma attenzione al terzo incomodo. Da una parte c’è il figlio d’arte Jarl Magnus Riiber che dopo le prime due tappe si trova al comando della classifica generale. Il campione uscente di Coppa del Mondo ha già vinto in più di un’occasione in Val di Fiemme, anche se nella tappa di Ramsau ha subito due sconfitte dal rivale di sempre, quel Vinzenz Geiger che sta dall’altro lato del ring. Il tedesco, sebbene si trovi momentaneamente al terzo posto generale, lo scorso anno fu l’unico in grado di battere il norvegese in terra italiana, e nella prossima rassegna fiemmese proverà sicuramente a ripetersi. Tra di loro c’è quel nome che non t’aspetti: è il giovane di ottime speranze Johannes Lamparter, che punta ad essere il volto nuovo della combinata nordica del futuro. In Val di Fiemme si capiranno le reali intenzioni dell’austriaco in prospettiva Coppa del Mondo, si confermerà o sarà solo un fuoco di paglia?

Passando agli italiani, non si può che parlare di Alessandro Pittin, punto di riferimento della nazionale azzurra di combinata nordica. Il friulano, ormai fiemmese di adozione, bronzo olimpico a Vancouver 2010, è tornato alle gare in quel di Ramsau dopo un lungo stop che lo ha tenuto lontano dai trampolini e dalle piste. Nella tappa austriaca è stato il migliore tra gli azzurri e nei giorni scorsi si è allenato ad Oberstdorf (Ger), sede dei prossimi Mondiali di febbraio, assieme ai compagni di nazionale per preparare le importanti gare in Val di Fiemme, con un occhio di riguardo alla rassegna iridata del prossimo mese. Con Pittin rivedremo in gara in Val di Fiemme anche gli azzurri Samuel Costa, Aaron Kostner, Raffaele Buzzi, Giulio Bezzi e Stefano Radovan.

I riflettori si accenderanno giovedì 14 gennaio con i salti del ‘Provisional Round’ a Predazzo, mentre venerdì sarà tempo di Individual Gundersen HS104: al mattino ci sarà il salto e al pomeriggio la 10 km di fondo sulle piste del Centro del Fondo di Lago di Tesero. Sabato 16 sarà dedicato alla Team Sprint, che abbina al salto dal trampolino la prova a staffetta 2 x 7,5 km sugli sci da fondo. Infine, prova conclusiva del weekend fiemmese riservata all’Individual Gundersen HS 104, fotocopia della prima giornata di gare.


Foto Newspower

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email

Lascia un commento