Filippo Guadagnini vince una medaglia d’oro ai campionati italiani di biathlon

Ancora soddisfazioni per il Comitato Trentino dai giovani biathleti impegnati alla Carnia Arena di Piani di Luzza, in Friuli, nella due giorni di campionato italiano ad aria compressa, con l’individuale di sabato e le staffette domenicali.

Il bilancio dei ragazzi tesserati con gli sci club trentini è decisamente interessante con ben 3 medaglie complessive: 2 ori nell’individuale e un argento in staffetta. Merito del solandro Mauro Ravelli dello Sci Fondo Val di Sole, che ha dominato la 7,5 km della categoria allievi, ed ancora grazie a Filippo Giovanni Guadagnini della Dolomitica che invece si è lasciato alle spalle tutti gli avversari nella 5 km della categoria ragazzi. La medaglia d’argento è invece giunta nella staffetta 3×4 km dopo un’ottima prova del terzetto formato da Gabriele Carrara, Mauro Ravelli ed Enrico Lorenzoni.

Analizzando le prestazioni nella sfida individuale Ravelli si è rivelato davvero in giornata, realizzando un tempo eccezionale nello sci di fondo e comportandosi con precisione anche al poligono fra gli allievi under 15. Suo il miglior tempo sugli sci stretti e solo due penalità al tiro, ottenendo complessivamente la migliore prestazione con 43 secondi di vantaggio sull’altoatesino Felix Wolf.

Non è stato da meno il predazzano Guadagnini, che nella 5 km ragazzi under 13 si è messo al collo la medaglia d’oro, duellando con l’altoatesino di Anterselva Elia Steinkasserer. L’alfiere della Dolomitica ha vinto grazie ad un’ottima prova nello sci di fondo con il secondo miglior tempo, ma soprattutto a seguito di un’esecuzione perfetta al poligono con zero errori, e tagliando per primo il traguardo con 21 secondi sul rivale.

Dorigoni

Per quanto riguarda i piazzamenti degli altri trentini in gara fra i ragazzi Mirko Scalet del Primiero ha chiuso 28°, il compagno di squadra Mattia Rattin 33°, Michele Bertolini del Val di Sole 34° e Francesco Ciarla del val di Sole 39°. Sempre nella under 13 Gioia Bettega del Primiero è 18°, Aurora Mazzanini del Val di Sole 34° e Melissa Bertolini 39°.

Fra gli allievi il solandro Gabriele Carrara ha chiuso 31°, Daniel Dagostin del Carano 34° ed Enrico Lorenzoni della Cornacci 35°. Nella sfida rosa Leni Fischer della Dolomitica si è piazzata 17°, Beatrice Rosatti del Val di Sole 24°, Heidi Debertolis del Primiero 27°, le sue compagne di squadra Alessandra Baggetto 28°, Martina Bettega 30°, Larissa Delvai del Carano 31°, Greta Carolli del Val di Sole 33° e Marta Moreschini del Val di Sole 36°.

Arredamenti Depal

La staffetta maschile under 15 si è invece messa al collo l’argento grazie a Gabriele Carrara al lancio, chiudendo la sua prova in terza posizione, per poi passare il testimone a Mauro Ravelli che ha guadagnato la leadership, chiamando in causa poi Enrico Lorenzoni che ha concluso secondo con un ritardo di 57 secondi riuscendo a rintuzzare l’attacco dell’Alto Adige, alla fine terzo nella gara vinta dalle Alpi Occidentali.

La staffetta maschile ragazzi con Filippo Giovanni Guadagnini, Francesco Ciarla e Mirko Scalet si è piazzata settima, identico piazzamento del terzetto femminile composto da Heidi Debertolis, Beatrice Rosatti e Martina Bettega, mentre la staffetta ragazze con Gioia Bettega, Melissa Bertolini e Aurora Mazzarini è 12° davanti alla seconda staffetta trentina.

Foto: Filippo Giovanni Guadagnini sul podio

Expert f.lli Tomaselli
Facebook
Twitter
WhatsApp
Email