Filmfestival: domani il vincitore

Il Trento Filmfestival si avvia domani alla conclusione.
Alle 20.30 si terrà il Gala di premiazione con la consegna dei Premi ufficiali della 69. edizione del Trento Film Festival e del 47. Premio ITAS del Libro di Montagna. Conduce la serata la giornalista Maria Concetta Mattei. In streaming sui soliti canali social e youtube e sul sito del Festival.

Il Pianeta Terra è il tema al centro degli incontri della nona giornata, Conferenza dei Giovani sul Clima Trentino Alto Adige, promossa dal Forum provinciale per i cambiamenti Climatici, che coinvolge un gruppo di 40 ragazze e ragazzi tra i 15 e i 29 anni che si terrà alle 9.00 nella sala conferenza del MUSE (con l’obiettivo elaborare e presentare delle raccomandazioni politiche dirette in preparazione alla di “Youth4Climate2021: Driving Ambition”Milano), all’ appuntamento con Salvatore Giannella che alle 11.30 su radio Dolomiti presenta il libro Terra ultima chiamata (Antiga edizioni).Una diagnosi aggiornata per capire la febbre del pianeta, dai divulgatori scientifici ai giovani della Generazione Greta: la prima che può trovare la cura.

Alle 18, ancora un po’ di val di Fiemme con un secondo incontro letterario della rubrica Emozioni tra le pagine: sarà presentato il libro Non siamo eroi di Sara Segantin, edito da Rizzoli. Fabrizio Franchi, caporedattore della redazione cultura e spettacoli de L’Adige, dialogherà con l’autrice – una delle protagoniste italiane dei Fridays for Future – e porterà il pubblico nella vita di Alice, protagonista del libro, cresciuta in un paesino di montagna immerso nella natura.

In sala alle 17.45 gli ultimi film che seguiremo prima di quelli premiati che saranno proiettati la sera e tutta la giornata di domenica. Assieme alla replica di “Mila”, già sold out il week-end scorso, ci sarà la proiezione speciale di “N-ICE Cello – Storia del violoncello di ghiaccio”, il film di Corrado Bungaro che racconta il viaggio dal Trentino alla Sicilia di questo magnifico strumento.

Alle 15.15 i due ultimi film della sezione Concorso. One Day (Jin Jiang, Cina / 2020 / 24′), in anteprima italiana, segue un anziano cinese che conduce il pubblico in un cammino che si dipana dal mattino alla sera, attraverso le quattro stagioni, fino a tornare a casa, per sdraiarsi a letto. A seguire Al Qimma (Mehdi Moutia, Marocco, Francia / 2021 / 72′) in cui si racconta la storia di Bouchra Baibanou, marocchina, 48 anni che si prepara alla scalata dell’Everest. Questo viaggio la porterà a scoprire la sua ragione di vita. In Marocco, marito e figlia vivono questa avventura a modo loro: tra preoccupazione e incoraggiamento, cercano come meglio possono di seguire il suo cammino.

 

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email

Lascia un commento