Filmfestival: un Dante rock con Piero Pelù

Giovedì 10 giugno è il secondo giorno del… “secondo tempo” della 69. edizione del Trento Film Festival. In piazza Duomo MontagnaLibri è aperta dalle 10.00 alle 21.00, con la rassegna internazionale dell’editoria di montagna e il fornitissimo bookshop.

Alle 11.00 a Palazzo Roccabruna i partecipanti alla Conferenza dei Giovani sul Clima Trentino e Alto Adige si ritrovano a distanza di un mese dalla Conferenza per presentare le raccomandazioni politiche dirette a diversi attori dei territori. L’evento promosso dal Forum provinciale per i cambiamenti Climatici nell’ambito del progetto All4ClimateItaly2021, in collaborazione con Redo Upcycling.

Alle 18.00 lo spazio Incontri di MontagnaLibri in piazza Duomo ospita Per una società della cura. Diritti, risorse, ambiente. Nell’ambito della rassegna “Eppure il vento soffia ancora. Trent’anni di impegno per una pace sostenibile”, organizzata dal Forum trentino per la pace e i diritti umani nel proprio trentennale, Roberto Barbiero, coordinatore del Tavolo provinciale di coordinamento e di azione sui cambiamenti climatici, Mariarosa Iannelli, presidente del Water Grabbing Observatory e Monica Di Sisto, vicepresidente di Fairwatch e promotrice del Manifesto “Per la società della cura”, si confronteranno sul tema della cura e della difesa di tutta la vita, dall’ambiente alla dignità e ai diritti delle comunità e di ogni persona. A moderare il confronto Paulo Lima, educomunicatore, promotore dell’Agenzia di stampa giovanile.

Alle 21.00 al Teatro Sociale l’attesissima serata evento A riveder le stelle, uno spettacolo di Aldo Cazzullo con la partecipazione straordinaria del rocker Piero Pelù, per la regia di Angelo Generali. Aldo Cazzullo conduce il pubblico alla scoperta di Dante, il poeta che inventò l’Italia: un percorso attraverso la ricostruzione dell’esperienza del poeta nell’Inferno descritto nella Divina commedia. Gli incontri più noti, i personaggi grandiosi e maledetti, le incursioni nella storia e nell’attualità e un incredibile viaggio in Italia da nord a sud. Il fondamento della nostra identità nazionale. In scena ad accompagnarlo un ospite d’eccezione, il fiorentino DOC Piero Pelù alle letture in chiave “rock” della Divina Commedia. I biglietti (intero 15 euro/ ridotto 12 euro) sono disponibili sul sito PrimiallaPrima.

Alle 21.00 al Multisala Modena la proiezione di Climbing Iran di Francesca Borghetti, (Italia/2020/54′), Premio del pubblico Miglior Film di Alpinismo Rotari: un film – sostenuto dalla Trentino Film Commission – che racconta la vicenda personale della climber iraniana Nasim Eshqi, ospite al Trento Film Festival nel 2018.

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email

Lascia un commento