GLI INCONTRI ESTIVI A SEN JAN /POZZA DI FASSA

Sono iniziati lunedì 28 giugno con cadenza settimanale, fino al 6 settembre, i dieci incontri proposti per l’estate 2021 dal Comitato Manifestazioni del Comune di Sèn Jan/Pozza di Fassa “Enjoy Pozza”.

Un’estate alla quale si guarda con ritrovata serenità dopo i lunghi mesi di pandemia ed il pressoché totale blocco del turismo invernale. “Vogliamo che gli ospiti – ha detto Mara Dorich, Presidente del Comitato – ritrovino la voglia di uscire per trascorrere serate che possono certamente arricchire, indurre alla riflessione sui contenuti, conoscere meglio e più da vicino il valore della Val di Fassa, della nostra identità e cultura ladina.

In collaborazione con il Trento Film Festival, è prevista la proiezione del documentario “Con il sorriso” ambientato al Rifugio Roda di Vaèl, e del bellissimo film internazionale, “Song of the water spirits”, recente premio Muse, che porta alla riflessione sul turismo di massa e l’impatto con le piccole comunità.

Si parlerà di passione per la montagna fassana attraverso i libri, di cultura ladina, come valore anche per il turismo che mai come ora ha bisogno di questa sua radice identitaria per trovare una sua specificità. Dell’ambiente di queste valli, che sono parte di un processo di trasformazione ed evoluzione mondiale a livello climatico. Di storie e di rifugi incastonati tra le Dolomiti. Un ospite speciale, l’avv. Norma Gimondi, figlia di Felice, campione mondiale di ciclismo che sin da bambina trascorreva le sue vacanze invernali con il papà e la famiglia in Val di Fassa. Il primo appuntamento è per lunedì 28 giugno alle 21 con Elio Orlandi e il suo libro “Volevo solo accarezzare le nuvole”. Il 5 luglio ci sarà Sabina Rasom e Paolo Gricgolli a parlare di turismo, Alberta Rossi il 19 luglio, preceduta il 12 da Norbert Lantscher presidente di Clima Foundation e ambasciatore della Carta della Terra, Fernando Brunel, la poetessa ladina Roberta Dapunt con il fotografo Gustav Willeit, Fulvio Vian, artista e sciamano ladino e Michele Simonetti Federspiel con un libro sulla “Gran Vera”.

 

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email

Lascia un commento