Hospitality Day: seminare idee per il futuro del turismo

Hella - We design cool shadows

La crescita professionale delle aziende e degli operatori del territorio sarà al centro dell’attenzione martedì 7 maggio con Hospitality Day, l’iniziativa che per il terzo anno consecutivo l’Azienda per il Turismo Fiemme e Cembra ha voluto organizzare a favore degli imprenditori del turismo locale.
 
“Il peggior nemico dell’imprenditore è l’imprenditore” è la provocazione che fa da titolo all’edizione 2024 di Hospitality Day, evento ospitato dalla Sala Canal di Tesero, dalle 9 alle 18. Uno spunto lessicale che vuole fare breccia in determinati meccanismi che talvolta limitano le possibilità di crescita e di sviluppo di una realtà turistica e non solo.
 
Hospitality Day rappresenta una sorta di full immersion che permetterà di affrontare ed esaminare – anche nel dettaglio – tematiche che spaziano dalla strategia di marketing fino alla gestione dell’acquisto di materie prime, passando dalla consapevolezza della propria identità e dalla sua comunicazione e alla narrazione di esperienze in termini di conflitti aziendali e qualità delle relazioni.
 
“L’Azienda per il Turismo Fiemme e Cembra crede molto a questo appuntamento – sono le parole del presidente Paolo Gilmozzi – perché è fondamentale per l’intero territorio e per ogni operatore poter raggiungere nuovi standard di qualità, sempre maggiori. Negli ultimi anni il nostro mondo ha attraversato grandi trasformazioni che hanno coinvolto il negoziante, il ristoratore, l’ambito dell’hotelerie: siamo cambiati tanto, ma c’è sempre da imparare, da crescere, anche per essere pronti a nuove sfide. Con Hospitality Day vogliamo dare input, seminare idee e spunti che poi ciascuno potrà declinare a modo suo in base alla propria realtà e visione: anche questo significa essere imprenditore”.
 
Dopo il benvenuto agli operatori accreditati ed iscritti, il primo atto di Hospitality Day coinvolgerà il consulente aziendale Enrico Mazza che si soffermerà sul tema del Management aziendale proprio con l’intervento che dà il titolo all’intero evento, per lasciare quindi spazio al sommelier Gennaro Buono e allo chef stellato Alessandro Gilmozzi, chiamati a puntare l’attenzione sul Management degli acquisti.
Dopo la pausa pranzo, l’esperto di comunicazione Roberto Locatelli sposterà l’attenzione sull’importanza della propria identità e sulla differenza tra la realtà percepita e la realtà effettiva all’interno del tessuto aziendale.
 
L’ultimo momento formativo della giornata richiamerà sul palco Enrico Mazza ed Alessandro Gilmozzi per sottolineare l’importanza del lavoro di squadra per il successo dell’azienda, con la chiusura dedicata ad un brindisi collettivo con i vini di Cembra Cantina di Montagna.
 
Soci e non Soci potranno completare l’iscrizione ad Hospitality Day attraverso la relativa pagina del portale visitfiemme.it, con la possibilità di coinvolgere ulteriori figure interessate.

Foto: visitfiemme.it

Cemin Sport
Martino Vanzo
Facebook
Twitter
WhatsApp
Email

Lascia un commento