I Piani per l’eliminazione delle barriere architettoniche

Hella - We design cool shadows

Sono stati prorogati i termini per le domande di contributo da destinare all’incentivazione dei Piani per l’eliminazione delle barriere architettoniche: lo ha stabilito oggi la Giunta provinciale, su indicazione dell’assessore alla salute e politiche sociali, Mario Tonina. Si tratta di una misura rivolta ai Comuni che avranno tempo fino al 29 marzo 2024 per presentare le richieste, la partecipazione è stata estesa a tutti i Comuni sotto i 20.000 abitanti. La Provincia ha a disposizione un finanziamento statale di 110.300,98 euro, di questi 41.300,98 euro sono rivolti ad attività di formazione per il Consorzio dei Comuni Trentini affinché vengano programmati interventi rivolti ai tecnici degli Enti Locali, mentre i rimanenti 69.000 euro sono destinati ai Comuni tra i 5.000 e i 20.000 abitanti che si impegneranno all’adozione dei PEBA (Piani per l’eliminazione delle barriere architettoniche). Alla data del 31 gennaio avevano presentato domanda di contributo 5 Comuni.

Le domande andranno inviate via mail all’indirizzo di posta certificata:  entro il 29 marzo, corredata da delibera della Giunta umse.disabili_integrasociosan@pec.provincia.it comunale o in alternativa da nota formale del sindaco con l’impegno all’adozione del Piano entro la fine del 2024. Contributi La quantificazione del contributo avverrà fino ad esaurimento delle risorse secondo le seguenti modalità: 3.000 euro ai Comuni con popolazione inferiore ai 6.500 abitanti 4.000 euro ai Comuni tra 6.501 e 8.000 abitanti 5.000 euro ai Comuni tra 8.001 e 15.000 abitanti; 6.000 euro ai Comuni tra 15.001 e 20.000 abitanti. Verrà data precedenza ai Comuni della Val di Fiemme che ospiteranno le Olimpiadi e Paralimpiadi invernali di Milano Cortina 2026 o ad altra proposta di partecipazione in forma aggregata che coinvolga l’intero territorio della Comunità di Fiemme.

Cemin Sport
Martino Vanzo
Facebook
Twitter
WhatsApp
Email