Il Coro Sasso rosso e i Virtuosi italiani ai “Suoni”

Alcuni progetti speciali realizzati nelle edizioni passate dei “Suoni delle Dolomiti”, si sono rivelati essere molto apprezzati ed intensi non solo per il pubblico che ha potuto fruirne l’esecuzione, ma anche per gli artisti coinvolti fin dalle fasi dello studio preparatorio.

Fra gli incontri più felici, troviamo certamente il progetto che ha messo in dialogo la tradizione della coralità alpina con la musica classica, rispettivamente rappresentate dal Coro Sasso Rosso e i Virtuosi Italiani.

Questo progetto troverà così nell’edizione di quest’anno un nuovo spazio e un nuovo respiro dentro consolidate relazioni. Il ritrovato incontro fra uno dei più apprezzati cori alpini del Trentino e la più versatile orchestra da camera italiana, arricchito dalla presenza del corno delle alpi suonato da Carlo Torlontano, offrirà ancora una buona occasione per ascoltare inedite trascrizioni delle celebri armonizzazioni di Arturo Benedetti Michelangeli, oltre a brani di Leopold Mozart, Mendelssohn, Grieg e altri autori.

Un concerto fra tradizione e innovazione alla portata di ogni orecchio sensibile e curioso di sonorità.

L’appuntamento è per le ore 12 di mercoledì 22 settembre in Località La Porta nel Gruppo Cornacci – Monte Agnello a quota 2.154 m, raggiungibile da Pampeago con seggiovia Agnello e poi a piedi percorrendo il sentiero 509 ore 0,20 di cammino, dislivello 100 metri, difficoltà E.

In caso di maltempo recupero alle ore 17.30 al Palafiemme di Cavalese.

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email

Lascia un commento