il ricordo di Padre Frumenzio Ghetta, uomo, religioso, poeta, storico

Domenica 21 aprile, alle 16.00 presso la sede dell’Istituto Culturale Ladino “majon di fascegn” a San Giovanni di Fassa, Strada de la Pieif 7, la Majon di Fascegn e l’Union di Ladins de Fascia ricorderanno Padre Frumenzio Ghetta de Martin 10 anni dopo la sua scomparsa.

Padre Frumenzio era una persona eclettica, ricercatore accorto che ha dato una storia alla Val di Fassa a partire dalla preistoria; è stato anche poeta, sostenitore della questione ladina e religioso conosciuto e apprezzato non solo in Val di Fassa. Ma Alberto Antonio Ghetta, questo il suo nome di battesimo, è anche stato un uomo curioso, sorridente e originale, amante della montagna e della sua terra, poeta, con grandi abilità manuali e particolarmente affezionato alla sua famiglia, che ha dovuto lasciare da giovanissimo per diventare prete.

Fassa Coop

Il pomeriggio in suo onore sarà caratterizzato da momenti diversi, durante i quali attraverso parole, poesie, musica e orazioni Padre Frumenzio sarà ancora fra la sua gente con tutto ciò che ha lasciato in eredità. Un ricordo dello studioso da parte di chi con lui ha lavorato, accanto a un ricordo della sua famiglia che in modo simpatico e nuovo proporrà anche un aspetto più privato ma dolce del fratello e zio Tonin.

Dorigoni

Alle 18.00, nella Pieve di San Giovanni, sarà anche detta una messa per Padre Frumenzio. Istituzioni e famiglia dunque, insieme per un saluto corale e un momento di identità piacevole e genuino in un giorno di primavera fuori stagione.

Immobiliare Scorpion
Facebook
Twitter
WhatsApp
Email