I’m your man, l’amore ai tempi dell’algoritmo

“I’m Your Man” di Maria Schrader è il terzultimo film della rassegna “Il piacere del cinema” in programma giovedì 2 dicembre al cinema comunale di Tesero alle 21.15.

Alma è un’archeologa che lavora in un museo di Berlino, e non pensa ad altro che al suo grande progetto di ricerca. L’unica eccezione è un favore a un collega, per il quale si presta come “collaudatrice” dell’ultimissima tecnologia in fatto di robotica: un androide-partner costruito su misura attorno al suo padrone, per soddisfarne ogni desiderio fisico, emotivo o intellettuale, che siano essi consapevoli o meno. Scettica ma disposta a tollerare tre settimane di prova, Alma fa entrare in casa sua Tom, una macchina programmata per farla felice ma alle prese con un soggetto che non cerca né romanticismo né una relazione.

Divertente, astuto e profondamente riflessivo, I’m your man mette di fronte una straordinaria Maren Eggert, il cui pragmatismo iniziale lascia il passo a una labirintica profondità emotiva nell’arco della storia, e un volto notevole come quello di Dan Stevens. Il camaleontico attore britannico, la cui carriera post-Downton Abbey è stata una vera e propria lectio magistralis su come demolire e riconfigurare un aspetto da “bello e buono”, sfrutta al massimo una parte che gli richiede di essere un “androide fuor d’acqua” a molteplici livelli.

Ingresso 7 €, ridotti 5 €.

Facebook
Twitter
WhatsApp
Email

Lascia un commento