In Trentino il futuro della marcia Azzurra

I giovanissimi marciatori delle Fiamme Gialle, in raduno in Trentino, a Vigo Rendena, per un periodo di allenamento in montagna, hanno ricevuto ieri la più inaspettata e gradita delle sorprese: la visita della neo campionessa Olimpica della 20km di marcia di Tokyo, Antonella Palmisano. L’atleta gialloverde, infatti, dopo un breve periodo di vacanza, ha voluto raggiungere proprio quei ragazzi con cui, nei lunghi mesi di preparazione all’Olimpiade, aveva condiviso allenamenti e fatiche sia sui percorsi della caserma del Centro Sportivo di Castelporziano, sia sui sentieri della pineta di Ostia. Sorpresi ed entusiasti per la presenza di Antonella, i ragazzi l’hanno coinvolta in una sgambata pomeridiana, orgogliosi di essere guidati da una campionessa che inevitabilmente rappresenta per loro un esempio straordinario. “Sono felice di essere riuscita a far visita ai nostri giovani marciatori – ha dichiarato Antonella Parmisano – tutti in questi giorni dicono che dobbiamo approfittare degli straordinari risultati ottenuti all’Olimpiade di Tokyo per dare slancio all’atletica, ma c’è bisogno di atti concreti, e con la mia presenza, ho voluto incoraggiare questi ragazzi e trasmettere loro un messaggio chiaro, ovvero che la vittoria all’Olimpiade non mi ha reso una marziana, sono sempre la stessa atleta che hanno visto allenarsi vicino a loro per mesi. Sono l’entusiasmo, la passione, la dedizione ed il sacrificio che mi hanno portato sul gradino più alto del podio di Tokyo, e come ce l’ho fatta io, con gli stessi valori possono farcela anche loro”.

Facebook
Twitter
WhatsApp
Email

Lascia un commento