La fotografia: da Vaia alla vita dei pastori

Canazei, Campitello e Mazzin hanno aperto le porte alla fotografia con “Orizzonti Alti”, la rassegna incentrata sul tema della montagna, immortalata in immagini scattate da diverse prospettive ed angolazioni, articolata in tre appuntamenti con ospiti di grande rilievo.

A luglio una serata era stata dedicata al primo fotografo e pioniere del turismo dolomitico, Francesco Carlo Dantone di Gries (1839-1909) e al suo archivio.

Per questo fine settimana sono previsti gli altri due appuntamenti.

Giovedì 26 agosto alle ore 21.00 al padiglione manifestazioni PalaDolomites di Campestrin sa presentato “Attraverso Vaia”, il libro frutto del laboratorio fotografico svolto dai ragazzi della Val di Fassa, dalla prima media alla quinta superiore, sul tema dei cambiamenti avvenuti nel paesaggio durante e dopo la tempesta Vaia. 

Sabato 28 agosto, sempre alle 21.00 in Piaz de Ciampedel a Campitello di Fassa, è in programma “Un giorno lungo un anno: La vita dei pastori”, una serata con il fotografo Giancarlo Rado. Il percorso fotografico comprende 40 foto che descrivono la giornata del pastore dall’alba al tramonto. La transumanza rappresenta l’aspetto più interessante della vita del pastore; la ricerca continua di erba per sfamare il gregge obbliga al continuo nomadismo secondo un percorso ciclico che va dalla montagna al mare e viceversa, seguendo il corso dei grandi fiumi: Piave, Livenza, Tagliamento, Brenta. Ma è il rapporto con la natura che colpisce ed entusiasma: le giornate trascorrono senza tempo, scandite dal ritmo delle nascite, degli spostamenti, della cura degli agnelli. Ecco allora lo stupore dell’alba, le improvvise nevicate notturne in primavera in un valico alpino, il territorio incontaminato dei pascoli in quota ed il degrado della pianura. Un paesaggio, questo, in rapida ed imprevedibile trasformazione, che si coglie con la coda dell’occhio e sul cui sfondo si muovono queste figure senza tempo.

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email

Lascia un commento