La Latemar Mountain Race sarà l’atto finale de «La Sportiva Mountain Running Cup»

Tante sono le motivazioni per indossare un pettorale alla quarta Latemar Mountain Race, una delle competizioni di corsa in quota più spettacolari nel calendario nazionale e valida come prova conclusiva del circuito La Sportiva Mountain Running Cup. Iscriversi all’evento di domenica 11 settembre può riservare infatti molte sorprese, anzitutto grazie alla possibilità di poter scegliere due tracciati di gara, quello tradizionale sulla distanza di 25 km e 1.680 metri di dislivello, oppure, per la prima volta, anche la versione meno impegnativa senza i passaggi in alta quota, affrontando 15 km e un dislivello positivo di 730 metri, la proposta Trail Experience.

Dal punto di vista ambientale, poi, la doppia sfida permette di immergersi in panorami dolomitici da cartolina, come i passaggi al Monte Cornon, al Monte Agnello, al rifugio Torre di Pisa e alla Forcella dei Camosci, luoghi che avevano incantato anche la famosa scrittrice Agata Christie, che ambientò nel labirinto del Latemar uno dei suoi gialli più letti, senza dimenticare che parte del percorso di gara va a sfiorare il percorso tematico Latemarium, particolarmente apprezzato dalle famiglie. Una manifestazione che come poche abbina dunque l’aspetto agonistico a quello turistico, storico e tradizionale. Luoghi raggiungibili da Pampeago, sfruttando anche gli impianti dello Ski Center Latemar.

Dal punto di vista tecnico la Latemar Mountain Race avrà il compito di essere da catalizzatore del circuito La Sportiva Mountain Running Cup, assegnando l’alloro ai vincitori della decima edizione, della quale la competizione organizzata dall’Unione sportiva Cornacci rappresenta l’ultima delle cinque tappe.

In griglia di partenza ci saranno i primattori delle classifiche, a partire dal leader del ranking maschile, il ruandese Jean Baptiste Simukeka, che è saldamente al comando con 296 punti. Decisamente aperta, invece, la lotta per il secondo gradino del podio, considerando che in quaranta punti sono compresi ben 7 atleti: Luigi Pomoni con 176, Christian Modena con 170, Matthaus Zoeggler con 146, quindi Alessandro Riva con 142 e Simone Costa con 138 e Michele Massetti con 134 e Michele Bartoli con 132. Non mancheranno i due atleti di casa, protagonisti delle precedenti edizioni, che non gareggiano per la generale del circuito, Stefano Gardener e Daniele Felicetti.
Incerta pure la sfida al femminile con Elisa Pallini che può vantare 238 punti, seguita a 12 sole lunghezze da Denise Scherini, quindi a pari merito in terza posizione ci sono Monica Vagni e Susanna Serafini.

Chi non ha ancora perfezionato la propria iscrizione può farlo entro il 3 settembre, alla quota di 35 euro per la gara lunga e 25 euro per la light, accedendo direttamente al sito dell’evento www.latemarun.com/iscrizioni. Dal 4 al 9 settembre la quota aumenterà a 40 euro per la Mountain Race e a 30 per la Trail Experience. Costo maggiorato per chi si iscrive direttamente sul campo gara.

Anche quest’anno la Latemar Mountain Race potrà godere di un’importante visibilità televisiva, grazie soprattutto ad uno speciale di 30 minuti che verrà trasmesso su RAI Sport Hd.

Facebook
Twitter
WhatsApp
Email

Lascia un commento