La Pasqua nei musei del Trentino

Sono tante le occasioni di arricchimento culturale e le proposte per il week end pasquale dei musei del Trentino. Vediamone alcune per chi volesse trascorrere una Pasqua diversa.

METS – Museo etnografico trentino San Michele

Il METS sarà aperto sia il giorno di Pasqua sia, eccezionalmente, a Pasquetta, con orario continuato 10.00 -18.00. Lunedì 1° aprile l’entrata costerà solamente 1 euro a persona. Oltre alle collezioni permanenti – circa 8.000 oggetti etnografici divisi per sezioni in 43 sale – propone la mostra “Sciamani. Téchne, spirito, idea”. Info: www.museosanmichele.it/

Archeologia

Anche il S.A.S.S., la Villa romana di Orfeo , il Museo Retico, il Parco Archeo Natura e il Museo delle Palafitte di Fiavé saranno aperti a Pasqua e lunedì 1° aprile.

I siti della Trento romana, lo Spazio Archeologico Sotterraneo del Sas, sotto piazza Cesare Battisti, e la Villa romana di Orfeo, in via Rosmini, saranno visitabili con orario 9-13 e 14-17.30. Oltre al percorso nella Tridentum di duemila anni fa, il S.A.S.S. ospita la mostra “Dalla terra il futuro. Viaggio nei 150 anni della Fondazione Edmund Mach”.

Fiavé, per immergersi nell’atmosfera del villaggio palafitticolo di 3.500 anni fa, il Parco Archeo Natura e il Museo delle Palafitte saranno aperti nei giorni di sabato, domenica e lunedì dalle ore 13 alle 18. Lunedì 1° apriledalle ore 14 alle 16.30.

Fassa Coop

Buonconsiglio

Dopo la pausa invernale i castelli trentini hanno ufficialmente aperto i battenti. Il Castello del BuonconsiglioCastel ThunCastel BesenoCastel Stenico e Castel Caldes saranno visitabili a Pasqua e a Pasquetta dalle 9.30 alle 17.00. Al Castello del Buonconsiglio saranno visitabili le mostra “Museo Anno Zero”e “Con croce e spada. Longobardi a Civezzano”.

MUSE

Il Museo delle Scienze di Trento e le sue sedi territoriali – Palazzo delle Albere, Museo Geologico delle Dolomiti a Predazzo e Museo delle Palafitte del Lago di Ledro – sono aperti tutti i giorni, anche il 31 marzo e il 1 aprile, con le loro proposte.

Palazzo delle Albere prosegue la mostra “Sciamani. Comunicare con l’invisibile”, che a partire dal mese di aprile si arricchirà con gli eventi di “Orizzonti sciamanici”: talk, visite guidate e performance artistiche per approfondire il fenomeno dello sciamanismo.

Sempre aperte anche le sedi territoriali: il Museo delle Palafitte del Lago di Ledrodalle 9 alle 17, per un viaggio indietro nel tempo alla scoperta della vita di un villaggio preistorico, e il Museo Geologico delle Dolomiti di Predazzo, orario dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19, che il 29 e il 30 marzo propone anche una visita guidata e un laboratorio dal titolo “Un rinoceronte tra le Dolomiti”.
MART

Con la chiusura delle mostre dedicate alla lezione di Dürer  e alla collezione di Sperone comincia l’allestimento delle due grandi gallerie che ospiteranno le prossime mostre del Mart. Per questo, fino al 13 aprile compreso, il biglietto al museo sarà proposto al prezzo ridotto di 10 euro al posto dei consueti 15, dove sono allestite le mostre “Felice Tosalli. Animali di un altro sogno” e “Global Painting. La Nuova pittura cinese”. Il biglietto ridotto è valido per visitare, entro due mesi, anche la Casa d’Arte Futurista Depero. Info: www.mart.tn.it/

Museo storico

Le Gallerie e il Museo dell’aeronautica Gianni Caproni saranno aperti al pubblico domenica 31 marzo (Pasqua) e lunedì 1° aprile (Pasquetta) con il consueto orario 10.00-18.00. Alle Gallerie sono visitabili queste mostre, ad ingresso libero: “Records – Anelli di congiunzione”: un percorso espositivo che, attraverso linguaggi diversi e innovativi, permette di avvicinarsi ai Giochi Olimpici e Paralimpici Invernali di Milano Cortina 2026, e “La Seconda guerra mondiale”, un itinerario espositivo che racconta l’esperienza trentina durante il secondo conflitto mondiale.

Da sabato 30 marzo riapre anche il Forte di Cadine, tutti i sabati e le domenica fino al giugno dalle 10.00 alle 18.00 e apertura straordinaria lunedì 1° aprile, ingresso libero.
Nei giorni 30-31 marzo-1° aprile è prevista inoltre la riapertura dell’ex base missilistica di Base Tuono sull’altopiano di Folgaria, con orario 10.00-17.00. Successivamente sarà visitabile dalle scuole e da gruppi di min. 15 persone, previa prenotazione.

Al Museo dell’aeronautica Gianni Caproni, ingresso a pagamento, è visitabile la mostra “Il dominio dell’aria: genesi e realtà del bombardiere Ca.3.

Catinaccio Rosengarten
Immobiliare Scorpion
Facebook
Twitter
WhatsApp
Email