La scuola ladina…oltre i confini

“Schools beyond regions and borders” (Scuole oltre territori e confini) è un progetto internazionale, che dalla primavera 2021 coinvolge scuole di diversi paesi dell’Unione europea (Spagna, Francia, Irlanda, Austria, Germania, Bosnia, oltre all’Italia) in una rete di relazioni e condivisione di idee e esperienze, che ha come principale obiettivo la sensibilizzazione delle nuove generazioni sui principi e i valori su cui è fondata l’Unione europea.

La Scuola Ladina di Fassa, per le sue peculiarità e specificità legate alla minoranza linguistica, è coinvolta nel progetto e ha partecipato con la classe 4 Lsa del Liceo scientifico ad attività di formazione con esperti e docenti di caratura internazionale sui temi della democrazia partecipata e del dialogo interculturale nell’ambito dell’educazione alla cittadinanza.

Dopo aver svolto diverse ricerche e approfondimenti su tematiche scelte dai diversi gruppi classe in relazione ai propri interessi e territori, a Trento si sono radunati studenti da tutta Europa, rappresentanti di 17 scuole, per una tre-giorni di laboratori, di confronto e di riflessione intitolata “We the young people of Europe – Noi i giovani d’Europa”.

Hella - We design cool shadows

Una delegazione di quattro studentesse della Scuola Ladina, Desideria Degiampietro, Ilaria Brigadoi, Chiara Zorzi e Rebecca Narduzzi, con i docenti Silvia Murer e Thomas Zulian, ha presentato per l’occasione l’elaborato intitolato “Le dogane della civiltà” nel corso della conferenza tenutasi lunedi 8 maggio al Palazzo della Regione a Trento. Si tratta di un video ideato e realizzato dagli studenti di Fassa che riflette sugli articoli 3 e 4 della nostra Costituzione e sull’articolo 6 della Dichiarazione dei Diritti Umani, e sulle discriminazioni che hanno segnato il passato e che rappresentano tuttora un’ombra oscura anche delle società che si ritengono civili e rispettose.

Il video è ora visibile sui canali social fb e ig della Scuola ladina.

In occasione della Giornata dell’Europa, che ricorre il 9 maggio, l’intera delegazione europea si è trasferita a Rovereto sul Colle di Miravalle al cospetto della Campana dei Caduti, per una mattinata di lavori a gruppi con giovani provenienti dai vari Stati europei. Un momento emozionante, nel quale ragazze e ragazzi provenienti da ogni angolo d’Europa si sono interrogati sulle possibili strategie da adottare per vincere le sfide che nel prossimo futuro aspettano i cittadini del vecchio continente. Un’opportunità per maturare idee e proposte, per dare nuova linfa e freschezza al progetto Europa.

dentelin.eu
Facebook
Twitter
WhatsApp
Email