La Val di Fassa si conferma teatro dello sport invernale internazionale

La prima gara della Coppa del Mondo di sci alpino ha incoronato la svizzera Lara Gut Behrami trionfatrice sul ghiacciaio del Rettenbach, davanti per soli 2 centesimi all’azzurra Federica Brignone. Le due talentuose sciatrici che nel febbraio 2021 avevano lasciato il proprio timbro nelle tre gare che sancirono l’esordio nel massimo circuito della Val di Fassa, l’elvetica vincitrice delle due discese libere sulla pista La VolatA e la valdostana prima nel superG conclusivo.

Mentre le protagoniste festeggiavano l’esaltante giornata sportiva contemporaneamente alla Fiera Skipass di Modena la Val di Fassa è scesa in pista nello stand della Federazione Italiana Sport Invernali, per snocciolare numeri, aspettative e organizzazione della nuova stagione sulla neve, che vedrà anzitutto il ritorno della Coppa del Mondo femminile nelle giornate di sabato 24 e domenica 25 febbraio 2024, con due sfide di supergigante.

L’inverno sciistico nella valle ladina trentina sarà a dir poco avvincente, come hanno evidenziato nel loro intervento il direttore sportivo di Val di Fassa Ski World Cup Davide Moser e il responsabile marketing Renzo Minella. A partire dal «Progetto Piste Azzurre», che dal 2006 vede la Val di Fassa training center della nazionale italiana su otto tracciati con tutte le tipologie di pendenza e versatilità tecnica, che per lo Skistadium Aloch è stato illustrato dal direttore di pista Sergio Liberatore, il cui valore è stato evidenziato anche dalle tre slalomiste azzurre Lara Della Mea, Marta Rossetti e Anita Gulli salite per l’occasione sul palco.

La Val di Fassa sarà quindi protagonista assoluta nel calendario della Federazione Internazionale dello sci (FIS) nell’inverno 2023-2024. Oltre alla due giorni di Coppa del Mondo femminile nella Ski Area San Pellegrino, la valle ladina trentina sarà teatro di ben otto appuntamenti di Coppa Europa. Si inizierà il 17 dicembre 2023 con la ventunesima edizione dello slalom speciale maschile nello Ski Stadium Aloch di San Giovanni di Fassa, pochi giorni dopo si alzerà il sipario sulla pista La VolatA con due discese libere femminili il 20 e 21 dicembre e un superG, sempre in versione rosa, venerdì 22 dicembre, un vero e proprio “test event”, in vista dell’appuntamento del massimo circuito.

Dorigoni

Nelle giornate del 1 e 2 marzo a Passo San Pellegrino sulla pista Costabella, per il quarto anno consecutivo, troverà spazio la spettacolare disciplina acrobatica dello skicross. E non è tutto, visto che da gennaio a marzo nello Ski Stadium Aloch andranno in scena le competizioni internazionali della Baltic Cup, nonché i campionati nazionali di Lettonia, Estonia e Brasile. Fra gli eventi delle altre discipline invernali non mancherà la ventisettima edizione de «La Scufoneda», evento internazionale di freeride e telemark, in programma dall’8 al 10 marzo, quindi una delle competizioni più suggestive al mondo di sci alpinismo, la Sellaronda Skimarathon in versione serale, che venerdì 22 marzo 2024 taglierà il traguardo delle 30 edizioni.

Il gradito ritorno della Val di Fassa nel calendario di Coppa del Mondo è stato accolto con entusiasmo dagli organizzatori, come ha evidenziato il direttore sportivo Davide Moser: «Siamo pronti per questa sfida, dopo quella del 2021 quando venimmo chiamati in causa per allestire tre recuperi in una fase di lockdown e senza pubblico. Il prossimo febbraio cercheremo di fare il possibile per far apprezzare le nostre capacità organizzative e per far parlare del nostro territorio, che con lo sci ha un legame forte, iniziato negli anni Novanta con la presenza di Alberto Tomba con i suoi allenamenti mirati, quindi con l’organizzazione di ben 40 gare di Coppa Europa, Universiadi 2013 e i campionati mondiali junior del 2019».

Arredamenti Depal

Concetto ribadito anche dal responsabile marketing Renzo Minella: «Sarà una stagione esaltante, con la Coppa del Mondo di febbraio, ma pure con le numerose gare di Coppa Europa, anche della disciplina dello skicross. Da dicembre a marzo poi le nostre piste ospiteranno gli allenamenti delle nazionali italiane, grazie al sodalizio che coinvolge Fisi, Dolomiti Superski, Trentino Marketing e Azienda per il Turismo della Val di Fassa, fornendo agli atleti e ai tecnici pernotti, skipass e servizi, dall’alba al tramonto, grazie alle piste illuminate. Un’organizzazione che è pure apprezzata all’estero, visto che tante stelle dello sci chiedono ogni inverno di allenarsi da noi».

Foto: Minella, Moser e Liberatore con le azzurre Rossetti, Della Mea e Gulli – PegasoMedia

Expert f.lli Tomaselli
Facebook
Twitter
WhatsApp
Email