La vita in note di un tredicenne

Edoardo Zorzi di Tesero canta il mondo visto dai suoi occhi di adolescente. Due i singoli già usciti e un sogno nel cassetto: esibirsi su un grande palco e vivere di musica.

 

“Scrivo canzoni per darmi sfogo”, canta Edoardo Zorzi in “Modalità aereo”, primo singolo di questo tredicenne teserano con una grande passione e un sogno nel cassetto: esibirsi su un grande palco e vivere di musica. Per realizzarlo, Edoardo è ben consapevole che servono studio, impegno e determinazione, qualità che non gli mancano. Ma a spingerlo a cantare, a suonare e a comporre non è l’ambizione, quanto la voglia di esprimere in note le sue emozioni, le sue sensazioni, i suoi desideri. Il suo sguardo sul mondo, insomma.

“Ricordo il giorno in cui ho trovato per casa una chitarra – racconta Edoardo -. Ero malato e ho provato a usarla per curiosità”. È stato amore a prima vista; da allora quella chitarra non l’ha più riposta. “Ho imparato a suonarla inizialmente da autodidatta, seguendo tutorial su Youtube. Durante il lockdown 2020 mi sono accorto però che suonare canzoni scritte dagli altri non mi bastava più. Avevo bisogno di esprimere me stesso attraverso la musica. Ho iniziato così a comporre. Era un momento particolare, in cui tutti quanti condividevamo la stessa situazione e le stesse emozioni. Scrivere canzoni in quel momento mi ha aiutato a elaborare quanto stava succedendo”.

“Io convivo con la monotonia, un déjà-vu che mi avvolge, ho bisogno di un po’ di varietà, questa vita mi sconvolge”, canta in “Dajavue”. “Solo perché non gioco a pallone, o perché non so i vostri giochi, non sono strano, sono diverso da voi”, canta invece in “Diverso”. Testi intensi, che raccontano l’età del cambiamento che Edoardo sta attraversando.

Attualmente ha all’attivo una decina di brani, che pubblica sul suo canale Youtube (Edoardo Zorzi). La famiglia lo sostiene e incoraggia in questa sua passione, così il giovane musicista – grazie al produttore Marco Mattia – è riuscito a far uscire il suo primo singolo “Modalità aereo” il 18 giugno e il secondo, “Civiltà”, a inizio settembre, entrambi scaricabili dalle principali piattaforme (Spotify, Amazon Music, Deezer, Youtube). Gli altri singoli usciranno progressivamente, fino ad andare a comporre l’album completo di dieci canzoni che si intitolerà “Evidenze”.

Nel frattempo, Edoardo prosegue con le lezioni di canto con Damiana Dellantonio e di chitarra, prima con Davide Giacomuzzi “Jak” e dopo con Filippo Chiocchetti. Ha già avuto occasione di esibirsi dal vivo a Molina di Fiemme alla Festa della musica e sul palco del ristorante “La Moa” a Lago di Tesero durante un concerto della sua insegnante di canto.

Oltre a comporla, Edoardo la musica la ascolta. Tra i suoi cantanti preferiti Billie Eilish, Aurora e soprattutto Ed Sheeran e Anastasio. Edoardo ne apprezza i testi, coglie le sfumature, cerca di scoprirne i segreti. Per arrivare a definire il suo stile, la sua firma. Senza fretta, però. Edoardo ha solo tredici anni. Con la sua chitarra e la sua voce ha ancora tanto da cantare, tante emozioni da raccontare e un intero futuro da costruire.

Monica Gabrielli

 

Facebook
Twitter
WhatsApp
Email

Lascia un commento