L’agricoltura trentina tra passato e presente

È in calendario sabato 27 agosto dalle 15 alle 17 al museo etnografico di San Michele un percorso di conoscenza che coniuga la storia delle modalità agricole del passato con l’innovazione della metodologia attuale. Partendo dagli strumenti, oggetti e immagini che hanno fatto la storia dell’agricoltura – conservati nelle sale dell’istituzione museale – si prosegue con il racconto direttamente sul campo, in senso figurato e anche materiale, per conoscere i tre elementi di eccellenza della ricerca e innovazione della Fondazione Edmund Mach: il vigneto vibrazionale, il vigneto 4.0 (smart), il meleto pedonabile (allevato a guyot). Per accedere al percorso proposto dai Servizi Educativi del Museo il costo è di 6,00 euro a persona comprensivo sia dell’ingresso, sia del servizio di guida.

Il percorso, lungo circa 3 km, dura due ore e restituisce una nitida “fotografia” di come si è potuto evolvere l’ambito agricolo trentino: prende avvio nelle sale del Museo dedicate all’agricoltura, alla viticoltura, all’enologia e alla distillazione e poi prosegue nella visita delle tre eccellenze agricole curate dalla Fondazione di ricerca agricola trentina. La conoscenza delle modalità agricole del passato, attraverso gli strumenti e gli oggetti esposti nel Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina, sono la base per capire l’evoluzione agricola di questa terra che la ricerca, formazione e trasferimento tecnologico della Fondazione Mach, hanno trasformato in modelli per un ambito internazionale.

Le prenotazioni si raccolgono telefonicamente chiamando il n. 0461 650314. Il ritrovo al Museo è alle ore 15. Sono consigliate scarpe comode e una bottiglietta d’acqua.

Facebook
Twitter
WhatsApp
Email

Lascia un commento