Lavori pubblici in Fiemme, Seconda parte

CAVALESE

Il sindaco Sergio Finato spiega che per il 2021 si interverrà con opere urgenti di protezione civile a seguito di particolari esigenze successive alla tempesta Vaia. In particolare, sono in previsione opere di messa in sicurezza della frazione di Masi e di posa di reti paramassi in Via Avisio. Si vuole poi potenziare la rete delle passeggiate comunali, recuperando e valorizzando alcuni sentieri, come la Passeggiata degli Alpini, il Parco Lucianella, la Strada del Fen (quest’ultima grazie a un contributo UE). Si lavorerà poi al Piano economico forestale. A sostegno delle imprese, la Giunta intende potenziare l’area artigianale Podera di Masi con opere di urbanizzazione per 370.000 euro (“C’è fame di investire”, dice Finato). Altra opera importante e attesa da tempo per Masi sarà la metanizzazione della frazione. A livello di edifici pubblici, è in programma la sistemazione del tetto e la riqualificazione energetica del municipio. Una delle priorità dell’Amministrazione è la ricostruzione conservativa del teatro: l’obiettivo è di concludere la progettazione esecutiva per poter arrivare alla gara d’appalto. Un occhio di riguardo sarà riservato al ciclo dell’acqua, con lavori di potenziamento e manutenzione dell’acquedotto. È inoltre in corso la gara per i lavori alle scuole elementari, ma difficilmente il cantiere potrà essere aperto quest’anno, perché la situazione sanitaria attuale rende difficile lo spostamento temporaneo degli studenti alla Rosa Bianca. Un altro intervento a cui la Giunta dà particolare rilievo è l’allestimento di una rete di videosorveglianza comunale, anche grazie a un contributo di 140.000 del Ministero degli Interni.

VILLE DI FIEMME

Ville di Fiemme, il comune frutto della fusione delle amministrazioni di Carano, Daiano e Varena, guarda avanti, alle nuove generazioni. I lavori pubblici del 2021 inizieranno infatti con il cantiere alla scuola primaria di Varena, opera tutelata in quanto realizzata nel 1926 dal grande architetto Ettore Sottsass senior. Dopo una serie di interventi sviluppati a partire dal 2005, ora l’amministrazione comunale punta a ottimizzare gli spazi e garantire un’offerta scolastica il più confacente alle esigenze dell’utenza. Sull’edificio sarà investita una somma di circa mezzo milione di euro. Sempre a Varena sarà asfaltata la parte interna al paese della provinciale n. 620 che porta al passo Lavazzè. «Dopo i lavori che hanno interessato l’acquedotto e la rete fognaria – spiega il sindaco Paride Gianmoena – è tempo di curare il piano stradale». Anche Daiano sarà interessato da lavori stradali e sarà realizzata anche una nuova strada di campagna in località Ceva. Nel 2021 è previsto il completamento della rotatoria in prossimità della Famiglia Cooperativa di Cavalese in maniera da collegare la Statale delle Dolomiti con Via Coltura che porta a Carano. Per l’occasione sarà sistemata la via di accesso al paese. Non rientra nel novero dei lavori pubblici ma sarà sicuramente un intervento utile alla collettività, soprattutto alle aziende particolarmente colpite dalla pandemia la manovra per abbassare la pressione fiscale alle attività produttive. L’imposta immobiliare semplice (conosciuta con la sigla Imis) sarà rimodulata utilizzando parte dei fondi ottenuti dal Comune grazie alla fusione del primo gennaio 2020.

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email

3 commenti su “Lavori pubblici in Fiemme, Seconda parte”

  1. I miei complimenti x le notizie apprese da Facebook dei prossimi lavori nel Comune di Cavalese e nel Comune di Villi di Fiemme, speriamo che in un prossimo futuro il Cittadino possa documentarsi attraverso internet disagi come mancanza energia elettrica, acqua potabile e altri servizi indispensabili senza telefonare ogni qualvolta succede qualcosa in Comune e disturbare gli operatori.

    Rispondi
  2. Tra i lavori indicati leggo finalmente la metanizzazione della frazione di Masi! Speriamo che sia la volta buona anche se immagino che i lavori richiederanno tempi non brevi.

    Rispondi
  3. Plaudo all’impegno nell’opera di metanizzazione di Masi mentre non altrettanto posso dire di Cavalese dove la scelta del teleriscaldamento a biomasse ha precluso una possibilità economica di riscaldamento a chi come me ha caldaia individuale in condominio.

    Rispondi

Lascia un commento