Le Radici del Futuro: il 40° Campionato Lions di sci raccoglie fondi per le foreste

Questo fine settimana la Val di Fiemme e Fassa sono state teatro del 40° Campionato Lions di sci, un evento che ha saputo coniugare la passione per lo sport invernale con l’impegno sociale. In un’intervista concessa a Radio Fiemme, i membri del comitato organizzatore e i sostenitori locali hanno condiviso dettagli e aspirazioni per questa edizione del campionato.

L’evento ha incluso due gare una di sci di fondo al Passo di Lavazè e uno slalom gigante agli impianti del’Alpe Lusia, programmate per le ore 10 di venerdì e sabato mattina, rispettivamente. Fabio Giacomuzzi, del comitato organizzatore, ha sottolineato l’importanza di questi incontri non solo come competizioni sportive ma come momenti di aggregazione e solidarietà fra i soci dei vari Lions Club d’Italia.

Dorigoni

Mario Giacomuzzi, presidente del Lions Club Fiemme Fassa, ha evidenziato l’obiettivo itinerante del campionato che visita ogni anno differenti club nel nord e centro Italia. Quest’anno, l’iniziativa di raccolta fondi “Le Radici del Futuro” mira a contribuire alla ripiantumazione delle foreste locali colpite dagli eventi climatici avversi degli ultimi anni, in collaborazione con la Magnifica Comunità di Fiemme.

Arredamenti Depal

Fabio Ognibeni, rappresentante della ditta Ciresa, ha ulteriormente illustrato l’obiettivo della raccolta fondi, enfatizzando l’importanza delle foreste per la comunità di Fiemme e l’attenzione alla produzione di legno pregiato per strumenti musicali. Curiosamente, i trofei assegnati ai vincitori delle varie discipline sono stati realizzati proprio in legno di risonanza, simbolo della qualità e dell’eccellenza del territorio.

Expert f.lli Tomaselli
Facebook
Twitter
WhatsApp
Email