Lezioni online di musica popolare trentina

Sulla piattaforma Zoom prosegue il ciclo “Stelle, Gelindi, tre Re” a cura del Museo degli Usi e Costumi della gente trentina. Lunedì 17 gennaio dalle 18 alle 19 è in programma il sesto appuntamento dell’iniziativa “Lezioni di musica popolare trentina”, ideata dall’etnomusicologo Renato Morelli per valorizzare il prezioso patrimonio conservato in APTO, Archivio provinciale della Tradizione Orale – sezione del Museo dal 2002. Divulgativo e didattico, il ciclo “Stelle, Gelindi, tre Re” ha finora riscontrato l’interesse e l’entusiasmo di molte persone sia in diretta, sia sul canale YouTube del Museo. La partecipazione a uno o più webinar è riconosciuta come aggiornamento per docenti di ogni ordine e grado. Il Museo rilascerà l’attestato in base alle ore di partecipazione di ciascun richiedente. Nell’incontro di lunedì 17 gennaio il focus è su due canti di derivazione laudistica: “L’unico figlio dell’eterno padre” e “O angeli correte subito”. Il primo, “L’unico figlio dell’eterno padre” è un componimento poco diffuso. In Trentino è documentato a Palù del Fersina, a Grumes e a Sover. In Veneto nella Val d’Astico e in provincia di Vicenza. In Liguria a Ceriana (IM). Per “O angeli correte subito” è stato possibile trovare la fonte laudistica (“Laudi e canzoni spirituali” stampata a Roma da Ignazio de Lazzeri nel 1654), ma anche il relativo canto ‘noto al volgo’ (titolo “Donna ritrosa” con incipit “O Clorinda” pubblicato nella Raccolta Stefani del 1621), un canto metaforicamente erotico, dedicato a una donna bellissima ma “rigida e frigida”, che nella lauda viene trasformata spiritualmente nella notte “rigida e frigida” in cui è nato Gesù. I webinar proseguiranno fino al 31 gennaio 2022, ogni lunedì dalle ore 18 alle 19.
Accesso libero cliccando sul link: https://us06web.zoom.us/j/82047338867 Le lezioni precedenti sono disponibili sul canale YouTube del museo https://www.youtube.com/channel/UCQNarEUTFbciCz_-DK53bSw/playlists.
Ulteriori informazioni sul sito www.museosanmichele.it/in-evidenza
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email

Lascia un commento