L’incontro tra judo e disabilità

È una storia fatta di tante storie quella che Vittorio Nocentini e Davide Rosa raccontano nel libro “Judo-adattato a persone con disabilità”. Una pubblicazione recente, illustrata da Mariasole Vinante, che vuole raccontare come il judo si sia aperto a questo nuovo orizzonte, ripercorrendone lo sviluppo in Europa dal 1960 ad oggi. Predazzo ha svolto un ruolo importante a livello italiano, ospitando gli stage annuali di judo- adattato; la prima edizione si è tenuta nel 1999 e da allora l’appuntamento estivo è diventato un momento molto atteso da organizzatori, esperti, partecipanti e genitori.

 “Il Judo resta un importantissimo mezzo per il miglioramento della persona e della collettività in cui essa vive – scrivono i due autori -. La persona con disabilità è, appunto, persona. Migliorando se stessa potrà contribuire a diminuire quel gap che esiste nei confronti della società; così come la società ha il dovere di promuovere “azioni sincere” per continuare a imparare a migliorare, nessuno escluso”.

Per capire cos’è il judo-adattato, è necessario adottare il punto di vista di Nocentini e Rosa sulla disabilità, che “diventa più un fenomeno sociale che medico, che parte dalle emozioni e dall’affetto che si rivolge alla persona, a prescindere dal suo status fisico, mentale, sociale e, ci verrebbe da aggiungere, judoistico”.

Oltre alla storia del judo-adattato, il libro di Nocentini e Rosa si sofferma sul concetto di Judo Educazione, sulla differenza tra judo e judo sportivo, sul tema dell’attività motoria a favore di persone con disabilità. Un intero capitolo è poi dedicato a storie realmente accadute. In conclusione, è riportato il racconto “Profumo di Judo” di Daniela Di Paolo.

Il libro è dedicato ai suoi protagonisti, “ai loro sforzi per convivere con e in una società che spesso tende ad emarginare, alle loro battaglie per cercare la felicità in quella cosa bella che noi amiamo tanto che chiamiamo Vita”.

Chi fosse interessato al libro può contattare Vittorio Nocentini, presidente di Judo Avisio Educazione Cultura e Sport ASD di Predazzo, al numero 3385627769 o all’indirizzo avisiosport@lavisioblog.com

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email

Lascia un commento