Linea Blu: gli studenti dell’Enaip reinventano il legno bostricato

C’è un abete rosso… azzurrato. Lo ha tinto un fungo portato da un parassita: il bostrico. Come in una fiaba, questo legno, considerato povero, potrebbe trasformarsi in “principe azzurro”. Vista la sua originalità, questo legno sembra avere tutte le carte in regola per diventare di tendenza per l’arredamento e il design.

In Val di Fiemme, a cinque anni dalla tempesta Vaia che ha abbattuto diversi abeti rossi, nei boschi si sono create le condizioni per la diffusione del bostrico. Questo piccolo coleottero, presente naturalmente nei boschi di abete rosso dell’arco alpino, ha colpito diverse aree boschive, passando da una presenza endemica a una presenza epidemica. In Val di Fiemme, però non tutti ritengono che si possa parlare di legno “danneggiato”. Tutt’altro il legno attaccato da questo parassita può risultare più affascinante di altri grazie alle curiose striature grigio-azzurre.

Hella - We design cool shadows

Approfittando della vetrina internazionale del Tour de Ski, che il 6 e il 7 gennaio 2024 porterà in Val di Fiemme una frotta di telecamere e giornalisti, sarà presentata la Linea di arredi Blu Fiemme ideata dalla scuola del legno Enaip Trentino che ha sede a Tesero, in Val di Fiemme. Il Centro di formazione professionale sta utilizzando abete bostricato per produrre tavoli, taglieri e rivestimenti di banconi destinati alle aree Vip Hospitality (Fiemme Lounge) delle Coppe del Mondo organizzate da Nordic Ski Val di Fiemme, a partire dal Tour de Ski.

La sinergia fra l’Enaip e il Tour de Ski vuole offrire una seconda opportunità ai numerosi abeti sconfitti dal bostrico nei boschi della Val di Fiemme e in altre aree del Trentino, affinché il loro legno non sia più svalutato e deprezzato. “È un legno resistente – precisa Giada Mearns, docente di xililogia e tecnologia del legno e coordinatrice del settore legno del Centro Professionale Enaip Trentino -. Il bostrico non scava gallerie nel legno, ma solo sotto corteccia. Né il bostrico, né quel fungo che prima di scomparire ha lasciato le sue tracce di colore, hanno compromesso la qualità del legno. Si tratta di un fungo del genere Ceratocystis che non intacca chimicamente le pareti. Il legno mantiene le sue caratteristiche fisiche e meccaniche. Infatti, la normativa Europea, che regolamenta il legno per uso strutturale, permette l’utilizzo del legno azzurrato senza limitazioni. La decolorazione si limita solo nella parte esterna del fusto, nell’alburno, e queste sfumature grigio-azzurrate lo rendono unico e irripetibile”.

Il progetto Linea Blu è realizzato dalla classe terza dell’Enaip, con il coordinamento del professor Roberto Boninsegna. L’Enaip è stato il primo Centro di formazione professionale al mondo certificato PEFC e il suo attuale utilizzo del legno bostricato rientra nella Filiera Solidale. Il Comitato Organizzatore Nordic Ski Val di Fiemme ha accolto con entusiasmo l’idea dell’Enaip di farsi promotore del legno azzurrato di Fiemme attraverso nuovi arredi che debutteranno a gennaio.

Cemin Sport

Il progetto può avere diversi sviluppi anche dell’arredo di alberghi e appartamenti, visto che il colore grigio è fra i preferiti di architetti e design. La sua tonalità tendente all’azzurro, infatti, è simile al legno invecchiato dalla pioggia e dal sole, già molto utilizzato nell’arredamento. La differenza è che questo legno bostricato mantiene il suo colore caldo e presenta solo leggere striature gradevoli alla vista. Questo abete rosso, con i suoi segni lasciati dal fungo, sarebbe perfettamente in linea con le tendenze di arredo attuali che spesso esaltano quei nodi o quei difetti che un tempo erano considerati imperfezioni.

Non resta che attendere le tappe finali del Tour de Ski 2024. Approderanno in Val di Fiemme il giorno dell’Epifania, sabato 6 gennaio. Sui binari di neve dello Stadio del Fondo di Lago di Tesero avrà luogo la tradizionale Mass Start in tecnica classica di 15 km. Domenica 7 gennaio entrerà in scena il gran finale all’Alpe Cermis, con la famosa Final Climb. Ogni momento di ristoro e relax sarà un’occasione per apprezzare sfumature di gusto a km zero e sfumature di design sostenibile. L’auspicio è che la Linea Blu Fiemme renda il legno azzurrato famoso e ricercato tanto quanto… il granchio blu.

Martino Vanzo
Facebook
Twitter
WhatsApp
Email