L’ospedale di Cavalese è amico di bambine e bambini

Hella - We design cool shadows

Stamani si è tenuta la presentazione del fitto programma di cerimonie previsto per i
riconoscimenti OMS-UNICEF agli Ospedali e Comunità Amici delle Bambine e dei
Bambini. E oggi pomeriggio a Cavalese, presso l’ospedale, è stata consegnata la prima
pergamena di riconoscimento al termine della cerimonia che ha riunito professionisti
sanitari, referenti UNICEF e del progetto, ma anche mamme e bambini.
Si è trattato di una vera e propria festa, con gli attori protagonisti di questo percorso di
certificazione indirizzato proprio a proteggere, promuovere e sostenere la salute delle
mamme e soprattutto dei più piccoli in un momento, quello della nascita e del
successivo allattamento, decisivo per il loro sviluppo futuro.
La cerimonia si è aperta con il benvenuto del direttore della Direzione Medica Ospedaliera, Armando Borghesi, quindi gli interventi di Giuliano Mariotti, direttore sanitario dell’APSS, di Anna Pedrotti, coordinatrice del progetto provinciale che ha sottolineato il grande impegno degli operatori e la forte valenza territoriale del progetto a Cavalese, di Marisa Dellai, referente del progetto per l’APSS, nonché di Antonina Bonarrigo, coordinatrice ostetrica e referente per Cavalese che insieme a Gianluca Marcomin, direttore del’U.O. di Ginecologia e Ostetricia, a Fabrizia Tenaglia, ex direttore dell’U.O di Ginecologia e Ostetricia, hanno raccontato l’esperienza e i risultati raggiunti a Cavalese.

A portare il loro contributo sono poi state Barbara Zapparoli, tutor UNICEF del progetto a Cavalese, le ostetriche del consultorio e dell’ospedale e alcune mamme della comunità.
Infine la consegna della Pergamena “Ospedale Amico delle Bambine e dei Bambini” a cura di Elise Chapin, del Programma Insieme per l’Allattamento UNICEF Italia, e delle Pergamene alle “Mamme Peer” da parte di Chiara Martinelli dell’Agenzia per la coesione sociale.

Cemin Sport
Martino Vanzo
Facebook
Twitter
WhatsApp
Email