Maltempo, allerta ordinaria (gialla) fino a mercoledì

La Protezione civile del Trentino ha emesso un avviso di allerta ordinaria (gialla), per possibili frane e allagamenti. L’allerta di due giorni scatterà alla mezzanotte di oggi, lunedì 20 maggio e terminerà a mezzanotte di mercoledì 22 maggio. Viste le previsioni meteo, per ragioni di sicurezza (come riportato nella recente ordinanza di riapertura a senso unico alternato) dalle ore 20 di oggi, lunedì 20 maggio, il Servizio gestione strade chiuderà la SS 350 da località Buse al confine provinciale, fino alle 7 di mercoledì 22 maggio. Eventuali prolungamenti della chiusura saranno valutati in base all’evoluzione meteorologica.

Hella - We design cool shadows

Le previsioni e le criticità.
Dalla tarda sera di oggi, lunedì 20 maggio, alla sera di domani, una perturbazione atlantica determinerà precipitazioni diffuse a tratti intense e persistenti soprattutto nella mattinata e nelle ore centrali di domani. Specialmente nella fase iniziale e durante le fasi più intense, le precipitazioni potranno localmente assumere carattere di rovescio temporalesco. Entro la sera di martedì 21 maggio sono attese cumulate medie di 30 – 60 millimetri e localmente più di 80 millimetri. Dalla sera o tarda sera di domani alle ore centrali di mercoledì 22 maggio, appare bassa probabilità di precipitazioni. Dal punto di vista idraulico, gli effetti al suolo potranno interessare prevalentemente il Trentino sud-orientale. 
Alla luce delle previsioni meteo ed idrauliche e in base alle valutazioni effettuate, si ritengono possibili, a partire da martedì 21 maggio, criticità dovute principalmente a: erosioni e smottamenti nel reticolo idrografico, ruscellamenti superficiali con possibili fenomeni di trasporto di materiale, allagamenti, esondazioni, frane e colate rapide. Tali criticità potranno inoltre causare disagi ed effetti (anche interruzioni) sulla viabilità e sulla circolazione ferroviaria, nonché sulle reti, anche aeree, di comunicazione e di distribuzione di servizi. 

Cemin Sport

Le raccomandazioni.
La popolazione è invitata a porre massima attenzione alle condizioni dei luoghi da percorrere, anche con automezzi e veicoli; evitare di immettersi in aree che presentino condizioni anomale o di pericolo; evitare di avvicinarsi ai corsi d’acqua, alle piste ciclabili prossime ai corsi d’acqua, a zone depresse (ad esempio: conche e sottopassi), alle rampe ed ai versanti che possono subire smottamenti.Si ricorda inoltre di comunicare tempestivamente al numero unico 112 eventuali situazioni di emergenza (per chiunque si trovi sul territorio dei cinque Comuni del Primiero contattare il numero verde di emergenza 800 112000).

Martino Vanzo
Facebook
Twitter
WhatsApp
Email

Lascia un commento