Mancano pochi giorni alla DoloMyths Run Skyrace, la Val di Fassa è pronta alla 25° edizione

Chiuse ufficialmente le iscrizioni alla DoloMyths Run Skyrace della Val di Fassa, che sabato 15 luglio taglierà il prestigioso traguardo delle 25 edizioni. Per festeggiare questo importante anniversario, le nozze d’argento, il Comitato Organizzatore ha deciso di concentrare i propri sforzi su un unico evento, rispetto ai tre proposti nelle ultime stagioni.

Riflettori puntati, dunque, sulla sfida sky, valida come terza tappa delle Golden Trail World Series by Salomon. Niente gara vertical, ultra e half.

Si comincia venerdì 14 luglio alle ore 10 con l’inizio delle operazioni di accredito presso l’ufficio gare al cinema Marmolada di Canazei e in contemporanea l’apertura dell’area expo nel parco di Canazei. Alle ore 17 è prevista la conferenza stampa dei big nella sala consiliare del Comune di Canazei, quindi alle 18 la presentazione della gara e la consegna dei pettorali ai top ten, con briefing a seguire.

Sabato mattina l’apertura dell’ufficio gare è previsto alle ore 6 e alle 8 la partenza della 25ª DoloMyths Run Skyrace da piazza Marconi. Alle 9 apre l’area expo e alle 12 inizia il pranzo presso il pala DMR in località Ciuch di Canazei, dove alle 19 è programmata pure la cena e alle 20,30 tutte le premiazioni. A seguire il concerto musicale con la The Homeless Band e i ritmi del Dj Dany per festeggiare al meglio il traguardo delle nozze d’argento. Nella giornata di domenica 16 luglio, alle 10.30, saranno invece protagonisti i baby runner, che daranno vita a una nuova edizione della Dolomyths Run Mini Skyrace, animando le strade di Canazei.

Fra i 1.100 concorrenti che vedremo in gara, in rappresentanza di 26 nazioni, spiccano i nomi del norvegese Stian Angermund, vincitore sul traguardo di Canazei nel 2018, 2021 e terzo lo scorso anno, dello spagnolo Manuel Merillas Moledo vincitore lo scorso 14 maggio della prima tappa delle Golden Trial Wordl Series alla Zegama e quarto nel secondo atto alla Mont Blanc Marathon, del polacco Bartlomiej Przedwojewski. Da tenere d’occhio poi il marocchino con passaporto svizzero Elazzaoui Elhousin, che si trova a proprio agio sulla distanza della DoloMyths Run: secondo nel 2021 e terzo nel 2019, nonché secondo quest’anno alla Zegama. Ed ancora il francese Frédéric Thanchand, l’inglese Thomas Roach, il keniano Robert Pkemoi e lo svizzero del canton Ticino Roberto Delorenzi, campione del mondo skyrace lo scorso settembre.

Dorigoni

Fra gli iscritti appare anche lo spagnolo Jan Margarit Solè del team La Sportiva, che trionfò sul traguardo di Canazei nell’edizione 2017 e che punta ad un piazzamento nella top ten.

In chiave italiana lotteranno per una posizione di vertice Mattia Bertoncini, piemontese della Valsesia che difende i colori del team Salomon, quindi il brianzolo del team Scarpa Luca Del Pero, quindi Manuel Negroni, Gianmaria Strinati, Daniel Pattis, Alberto Vender e Mattia Gianola. Ha invece alzato bandiera bianca il vincitore della passata edizione Davide Magnini ancora alle prese con la pubalgia.

Arredamenti Depal

Nella top ten femminile della gara, valida come prova del circuito Golden Trail World Series, spiccano i nomi della svizzera Judith Wyder, detentrice del record della DoloMyths Run e vincitrice nel 2021 e nel 2019 e della sua connazionale Therese Leboeuf. Si presenta in grande forma poi la tedesca Daniela Oemus del Team Salomon, vincitrice a Zegama davanti alla neozelandese Caitlin Fielder (pure lei in gara in Val di Fassa), così come la statunitense Sophia Laukli che ha invece trionfato alla Marathon du Mont Blanc. Da non sottovalutare poi la francese Elise Poncet. Ha dato forfait per infortunio all’ultimo l’azzurra Caterina Stenta, attualmente 10ª nel ranking GTWS.

A difendere i colori azzurri ci penseranno Fabiola Conti, Cecilia Basso e Chiara Galli, mentre da segnalare la presenza anche della spagnola naturalizzata italiana Stephanie Jimenez, due volte sul podio nel 2007 e 2008.

Foto: PegasoMedia

Expert f.lli Tomaselli
Facebook
Twitter
WhatsApp
Email