Milano Cortina 2026, nuove gare assegnate a Fiemme

Tra le novità deliberate ieri dal Consiglio d’Amministrazione del Comitato Organizzatore delle Olimpiadi e Paralimpiadi di Milano Cortina 2026, ce ne sono anche che riguardano Fiemme. Infatti, alla valle sono state assegnate anche le gare di Para Cross Country e Para Biathlon, inizialmente previste in Valdidentro (provincia di Sondrio). “Ancora una volta – si legge nella comunicazione ufficiale delle novità – il CdA della Fondazione Milano Cortina 2026, il Comitato Paralimpico Internazionale e il Comitato Italiano Paralimpico hanno condiviso la comune decisione di far gareggiare gli atleti Paralimpici all’interno delle stesse venues di gara utilizzate durante i Giochi Olimpici. Si tratta di un passaggio formale che, oltre a confermare la comunione di intenti e di strategie tra la Fondazione, IPC e CIP, rafforza il principio di inclusione che sta al centro del messaggio Paralimpico e ottimizza ulteriormente alcune voci di spesa”.

L’altra decisione presa nell’incontro di ieri riguarda la cerimonia di apertura delle Paralimpiadi, inizialmente prevista al PalaItalia Santa Giulia di Milano, che si terrà all’Arena di Verona, anche sede della cerimonia di chiusura dei Giochi Olimpici.

“Quello che si è appena concluso – ha commentato Giovanni Malagò, Presidente della Fondazione Milano Cortina 2026 – è stato un CdA molto importante per le decisioni che sono state prese e, soprattutto, per le modalità con cui si è svolto il confronto. Ho riscontrato, ancora una volta, la concreta comunione di intenti da parte di tutti gli stakeholder che hanno sempre riconosciuto, nelle questioni poste, il tema del senso di responsabilità e di credibilità che la nostra Fondazione deve perseguire in ogni decisione da prendere. Ci tengo ad esprimere un ringraziamento personale a tutte le Istituzioni rappresentate in CdA, dalle Regioni, ai Comuni fino alle Provincie autonome, perché le scelte di Bormio, di Verona e della Val di Fiemme sono la dimostrazione della nostra capacità di operare in sinergia con gli altri per la realizzazione dei Giochi del 2026. I Giochi di tutti gli italiani”.

Facebook
Twitter
WhatsApp
Email

Lascia un commento