Moena, al via i lavori della ciclopedonale

Via alla realizzazione di un nuovo tassello della rete dedicata alla mobilità dolce in Val di Fassa: collegherà l’abitato di Moena con il percorso ciclopedonale esistente fino alla zona sportiva. Il progetto prevede la sostituzione del ponte esistente e la realizzazione di una nuova galleria in roccia. I lavori, per una spesa complessiva di oltre un milione di euro, avranno durata di un anno e sono stati consegnati stamani, alla presenza – tra gli altri – del presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti, del sindaco di Moena Alberto Kostner, del procurador Giuseppe Detomas, del consigliere provinciale Luca Guglielmi e del direttore dell’Ufficio infrastrutture ciclopedonali Sergio Deromedis, che ha progettato l’opera. “Si tratta di un’iniziativa che guarda alla sicurezza delle tante persone che scelgono questi luoghi per le uscite a piedi e in bicicletta, che oggi sono costrette a pedalare lungo la strada che attraversa l’abitato: l’opera ha dunque una valenza turistica e ambientale e risponde alle esigenze della cittadinanza” ha spiegato il presidente Fugatti, annunciando come tra un paio di settimane saranno consegnati anche i lavori del tratto di ciclabile dell’Alta Fassa, con cui verrà completata la rete nella Valle ladina. Parole di soddisfazione sono state espresse dal sindaco Kostner: “La nostra comunità attendeva da tempo la realizzazione di quest’opera, a garanzia della sicurezza di tutti ed in particolare dei più piccoli. Oggi infatti i ciclisti percorrono una strada che, specialmente in alta stagione, è particolarmente trafficata”.

Hella - We design cool shadows

 

Il percorso ciclopedonale delle Valli di Fiemme e Fassa oggi collega Molina di Fiemme e Pozza di Fassa, per una lunghezza complessiva di 35,750 chilometri. Da sempre l’attraversamento dell’abitato di Moena risulta problematico per i seguenti motivi: promiscuità con la viabilità ordinaria che costituisce un elemento di pericolo e di intralcio per l’utenza ciclopedonale, soprattutto nel periodo turistico; problemi di pendenze e dislivelli eccessivi; by-pass del centro storico.
Il progetto complessivo prevede la realizzazione di circa 1.254 metri di ciclopedonale con 2 corsie a doppio senso di marcia. La carreggiata avrà una larghezza di 3 metri, alla quale si aggiungono 2 banchine da almeno mezzo metro ciascuna: si sviluppa correndo lungo la sponda inizialmente destra e poi sinistra del torrente Avisio. È dunque prevista la sostituzione del ponte esistente sul torrente Avisio, in legno lamellare, con un nuovo impalcato in acciaio-cls con una lunghezza di 24,50 metri ed una larghezza utile di 4 metri. Il progetto prevede inoltre la realizzazione di una nuova galleria in roccia lunga circa 21 metri in prossimità del Pont de Mur. Tale opera avrà anche una funzione di sicurezza idraulica in caso di piena, in cui la pista ciclopedonale verrà temporaneamente chiusa al traffico.

Cemin Sport

PRINCIPALI DATI TECNICO – AMMINISTRATIVI.
Progettista: ing. Sergio Deromedis
Direttore dei Lavori: ing. Marco Sontacchi
Coordinatore della Sicurezza in fase di Esecuzione: ing. Marco Sontacchi
Alta Sorveglianza Lavori: ing. Sergio Deromedis
Responsabile del Procedimento: ing. Carlo Benigni
Impresa Appaltatrice: Zugliani S.r.l.
Importo lavori: 1.190.589,55 euro a base d’asta, di cui 128.461,55 euro per oneri per la sicurezza.
Importo contrattuale: 1.062.415,40 euro comprensivo degli oneri per la sicurezza, al netto del ribasso del 12,068%.
Presunta ultimazione dei lavori: agosto 2024

Ski Area Catinaccio a Vigo di Fassa
Facebook
Twitter
WhatsApp
Email