Parte venerdì il Trento Filmfestival

Dopo la conferenza stampa svoltasi a Milano poche settimane fa, in occasione della quale sono stati annunciati il programma cinematografico, con i suo 120 film, e il calendario degli oltre 160 appuntamenti di questa 72a edizione, il Trento Film Festival si e presentato a Trento focalizzando l’attenzione sul rapporto con la città e sui luoghi che andrà ad animare: oltre alle conferme degli spazi ormai iconici come piazza Duomo e piazza Fiera, il Teatro Sociale e il MUSE, entrano nell’orbita del Festival alcune location del tutto inedite, come piazza della Mostra, la Chiesa di Santa Maria del Suffragio, HarpoLab e il Giardino del Castello del Buonconsiglio.

Fassa Coop

Nel Salone di Rappresentanza del Comune di Trento, socio fondatore della manifestazione, hanno preso la parola il Sindaco di Trento, Franco Ianeselli, l’Assessora alla Cultura del Comune di Bolzano, Chiara Rabini, il Presidente e la Direttrice della rassegna, Mauro Leveghi e Luana Bisesti, e il responsabile del programma cinematografico Mauro Gervasini. «Con orgoglio ci siamo sempre definiti il festival della citta: e siamo altrettanto orgogliosi di contribuire allo sviluppo culturale e alla proiezione internazionale di Trento, che – anche grazie ai 72 anni di esperienza della nostra rassegna – e diventata la citta dei festival» ha detto il Presidente del Festival, Mauro Leveghi. «Il legame tra Trento e il Festival e strettissimo e indissolubile: questa manifestazione puo crescere e vivere solo qui, non potra mai essere “delocalizzata”, e questo la rende un vero e proprio patrimonio di tutti i trentini». I luoghi della città Il Trento Film Festival ha sempre creato una sinergia positiva con la citta, riempiendo di contenuti non solo cinema e teatri, ma anche le sue splendide piazze.

Dorigoni

«Quest’anno sono davvero tanti i luoghi di Trento che andremo a utilizzare per gli appuntamenti del nostro programma» ha detto la Direttrice del Festival Luana Bisesti. «E forse utilizzare non e il termine giusto, perche con ognuno di questi luoghi creiamo una connessione piu sentimentale che strumentale. In questi anni a Trento sono nati luoghi insoliti ed eclettici, come Le Garage Lab o HarpoLab, segno di una vitalità culturale di cui siamo onorati di fare parte». Anche quest’anno il padiglione di MontagnaLibri sara collocato in Piazza Duomo: gli appassionati di letteratura non troveranno solo una ricchissima esposizione con tutte le novita editoriali degli ultimi 15 mesi legate ai temi della montagna, dell’esplorazione, dell’avventura, delle culture delle terre alte, del cambiamento climatico, della natura, ma potranno incontrare dal vivo autrici e autori che presenteranno le loro opere, anche grazie all’importante e confermata collaborazione con il Premio ITAS del Libro di Montagna, che in occasione del Festival presenta i libri finalisti e ne premia gli autori. Ma come ogni anno, non sarà solo Piazza

Immobiliare Scorpion
Facebook
Twitter
WhatsApp
Email

Lascia un commento