Pillole di astronomia – Quando la fantasia anticipa la realtà

In questo numero della rubrica staremo a cavallo tra scienza e fantascienza.

Tutti noi ricordiamo la celebra saga dei film di Star Wars che lanciò la carriera di Harrison Ford, al tempo giovane attore emergente. In particolare, nel primo episodio del 1977 appare la micidiale stazione spaziale “Morte Nera”, una potente arma a forma di pianeta con una grande parabola, a forma di cratere, destinata ad inviare potenti raggi in grado di distruggere pianeti.

Qualche lettore meno giovane forse ricorda la serie di libri di fantascienza “Urania”, in vendita nelle edicole. In particolare il numero 39 della collana, dal titolo “L’ occhio gigante” e stampato in Italia nel 1954, si parla di un asteroide, con un grande cratere, in rotta di collisione con la Terra e l’umanità deve prepararsi al fatale evento. Come trama niente di originale, insomma… L’aspetto interessante sta nella copertina del romanzo dove appare il disegno dell’asteroide, ormai vicino al nostro pianeta, il cui aspetto è assolutamente simile alla Morte Nera. Chissà se George Lucas, il regista della saga cinematografica di Guerre Stellari, aveva mai letto questo racconto.

Fassa Coop

Ancora più sorprendente quanto accadde nel 1980, tre anni dopo l’uscita del primo film e 26 anni dopo il romanzo di cui abbiamo detto. La sonda Voyager 1, una delle due leggendarie sonde gemelle interplanetarie, nel 1980 sorvolò Saturno. Oltre a memorabili immagini del pianeta con gli anelli, la navicella riuscì a fotografare alcune delle sue numerose lune; tra le altre, osservò in dettaglio una piccola luna, chiamata Mimas (circa 400 km di diametro), scoperta da William Hreschel nel 1789. Sorpresa! Il satellite mostrava sulla superficie scura un grande cratere che lo rendeva estremamente simile tanto alla Morte Nera cinematografica, tanto all’asteroide del romanzo. A volte, davvero, la fantasia anticipa la realtà anche se per un fortunato caso.

Dorigoni

Marco Vedovato

Notizie dell’Osservatorio Astronomico di Fiemme
Potete rimanere aggiornati sulle nostre attività tramite il sito web o il profilo Facebook del Gruppo Astrofili Fiemme. L’Osservatorio Astronomico di Fiemme rimane a disposizione del pubblico previa prenotazione al numero 348 3416407.

Immobiliare Scorpion
Facebook
Twitter
WhatsApp
Email