Ping pong, campionati italiani dagli 8 agli 83 anni

Il tennistavolo è sport sicuramente coinvolgente. Tutti lo abbiamo giocato, seppur a diversi livelli. La comunicazione dei campionati italiani ci ha colpito per almeno due ragioni ed è per questo che pubblichiamo questa notizia: la prima è la fotografia che rende meglio di qualsiasi cosa le caratteristiche dell’evento, la seconda per il fatto che questi campionati sono aperti da categorie che vanno dagli 8 anni agli 83, dimostrando che il ping pong è un ottimo sport per mantenersi in forma ed un’attività per tutte le età.

Stanno arrivando a Padova i 177 pongisti da venerdì impegnati sui tavoli del Palazzetto San Domenico Savio alla conquista dei titoli di categoria nel 20° Campionato nazionale di Tennistavolo del Centro Sportivo Italiano. Otto le regioni italiane da cui provengono i qualificati, in rappresentanza di 27 comitati territoriali e di 44 società sportive ciessine.

Il Campionato Nazionale CSI di Tennistavolo prevede un tabellone individuale sia maschile sia femminile ed uno di doppio. Sono 16 le categorie ammesse alla finale, in base all’età, si va dai giovanissimi alle eccellenze, dove si confrontano i pongisti più esperti, classificati FITET, passando per la categoria dedicata agli atleti con disabilità.

Il programma di gare prevede venerdì 22 luglio i turni preliminari (tabelloni) del singolare, quindi sabato mattina le eliminatorie nelle varie categorie fino alle semifinali, con il torneo riservato agli atleti con disabilità, che in ogni caso parteciperanno anche nel torneo assieme ai normodotati. Sabato 23 luglio pomeriggio per le racchette arancioblu entreranno in scena i doppi. Sabato sera si conosceranno le coppie campioni, mentre occorrerà attendere la domenica mattina per laureare i campioni individuali del tennistavolo. Il 24 luglio si disputeranno infatti solo finali per ogni categoria e ogni età. Dalla giovanissima Amelia Buzzoni del Piancamuno, al triestino Aldo Donda del TT Sistiana, si va dagli 8 agli 83 anni, in campo. Negli scambi dunque stessa passione ed un bel ricambio generazionale.

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email

Lascia un commento