Più ore di alfabetizzazione motoria nelle scuole

La Giunta provinciale ha aumentato da 5800 a 6500 le ore di attività previste fra gennaio e giugno per il progetto di alfabetizzazione motoria nelle scuole primarie, portato avanti da diversi anni dal Coni in collaborazione con la PAT. Il provvedimento vuole  soddisfare tutte le richieste di adesione pervenute dagli istituti scolastici, considerato che le ore di attività previste dal progetto nel periodo settembre – dicembre non sono state effettuate a causa dell’emergenza sanitaria. 

Il progetto porta nelle prime e seconde elementari docenti esperti laureati in Scienze Motorie che, nelle ore di motoria, affiancano gli insegnanti di classe in palestra. Due sono le opzioni per questo progetto, come ha spiegato l’insegnante Massimiliano Sorci in un precedente articolo che abbiamo dedicato all’iniziativa (leggilo qui): “I docenti possono scegliere un percorso che punta al corretto avviamento alla pratica sportiva e motoria all’interno del contesto scolastico o preferire un percorso di attività motoria interdisciplinare, che permette cioè di stimolare l’apprendimento di contenuti delle altre materie scolastiche grazie ad esercizi e giochi mirati. Si impara facendo, muovendo il corpo e dando concretezza all’oggetto di studio”.  

 

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email

Lascia un commento