Quanti attimi vincenti al Festival dello Sport

 Sarà “L’attimo vincente” il titolo dell’edizione 2021 del Festival dello Sport 2021, a Trento dal 7 al 10 ottobre. Di attimi vincenti l’estate azzurra ne ha vissuti parecchi: dalla vittoria degli Europei di Calcio al record di medaglie olimpiche e paralimpiche vinte a Tokyo 2020 fino alla conquista del titolo Europeo della Nazionale di Pallavolo Femminile. Il Festival – organizzato dalla Gazzetta dello Sport e da Trentino Marketing, con la collaborazione della Provincia autonoma di Trento, Comune di Trento, Apt di Trento e con il patrocinio del CONI e del Comitato Italiano Paralimpico – ripercorrerà tutte le emozioni dei grandi campioni, il loro attimo vincente, quel momento magico in cui si avverte il brivido della vittoria, si sommano fatiche e rinunce fatte, e finalmente si arriva al risultato tanto desiderato.

Molto ricco e vario il programma, che prevede talk, dibattiti, eventi live e camp. Si parte giovedì 7 ottobre con le leggende del calcio Lilian Thuram e del ciclismo Ivan Basso e Alberto Contador.  L’inaugurazione al Teatro Sociale sarà condotta da Jury Chechi e Giorgia Rossi con la speciale partecipazione delle leggende dell’atletica Dick Fosbury e Valerij Borzov e le esibizioni delle ginnaste olimpiche Alexandra Agiurgiuculese e Milena Baldassarri. E ancora giovedì il Festival ospiterà: Simona Quadarella, bronzo a Tokyo 2020 negli 800 stile libero; il terzetto delle meraviglie paralimpiche Ambra Sabatini, Martina Caironi e Monica Contrafatto; le Farfalle della Nazionale di ginnastica ritmica bronzo a Tokyo 2020 Martina CentofantiAgnese DurantiAlessia MaurelliDaniela MogureanMartina Santandrea insieme a Emanuela Maccarani, direttrice tecnica della Nazionale; i signori degli anelli del basket Marco Belinelli e Cecilia Zandalasini, della Virtus Bologna e infine Rosso di fuoco con i piloti Ducati Francesco Bagnaia Jack Miller e Paolo Ciabatti, direttore sportivo Ducati Motor Holding. 

Venerdì, grande evento dedicato alle Olimpiadi con il presidente del CONI Giovanni Malagò, la partecipazione dei portabandiera azzurri a Tokyo 2020 Jessica Rossi ed Elia Viviani, e i medagliati olimpici Diana BacosiAbraham ConyedoMaurizio Nespoli, Lucilla BoariNicolò MartinenghiAlessandro MiressiStefano OppoPietro Willy RutaManfredi Rizza e Irma Testa. Le Frecce Tricolori daranno spettacolo nel cielo di Trento in un grade evento outdoor; 100 anni di Basket Italiano raccontati da tre generazioni di cestisti: Dino Meneghin, Carlton Myers e Stefano Tonut; il presente e il futuro del taekwondo italiano Vito Dell’Aquila e Simone Alessio con il direttore tecnico Nazionale taekwondo Claudio Nolano; il canottaggio con le vincitrici dell’oro a Tokyo 2020 Martina Cesarini e Valentina Rodini. Il Palazzo della Regione accoglierà gli atleti paralimpici Francesca Porcellato e Oney Tapia con il presidente del Cip Pancalli; il team di Luna Rossa vincitrice della Prada cup; il campione norvegese di discesa Aleksander Aamodt Kilde ,le campionesse del judo Maria Centracchio e Odette Giuffrida racconteranno la loro storia: due amiche arrivate a Tokyo insieme e ripartite con due medaglie di bronzo al collo.

Sabato, diversi gli incontri dedicati ai protagonisti degli sport invernali: le campionesse Sofia Goggia e Marta Bassino, Dominik Paris e le leggende dello sci Deborah Compagnoni e Alberto Tomba che, a cinque anni dai Giochi invernali di Milano-Cortina, racconteranno cosa significa trovarsi al cancelletto di partenza con i cinque cerchi sul petto. Si parlerà di alpinismo con l’uomo dei record Nirmal Purja e di marcia con i campioni olimpici Antonella PalmisanoMassimo Stano e poi, la festa dedicata a Gianmarco Tamberi, oro a Tokyo 2020 nel salto in alto. Con lui la leggenda Dick Fosbury, oro a Città del Messico 1968, e Javier Sotomayor, primatista del mondo della specialità dal 1993. E ancora l’Nba con Boris Diaw, il ciclismo con il campioneolimpico Filippo Ganna e la pallavolo con la leggenda Francesca Piccinini.

Domenica l’altro evento clou dedicato all’atletica azzurra.  All’ Auditorium Santa Chiara protagonista Marcell Jacobs, oro a Tokyo 2020 nei 100 metri. A salutarlo ci sarà un altro mito di questa specialità Valerij Borzov, oro nei 100 e 200 metri alle Olimpiadi di Monaco di Baviera 1972. Quindi a seguire la celebrazione della nostra staffetta 4×100 vincitrice della medaglia d’oro con lo stesso Marcell JacobsFilippo TortuFausto DesaluLorenzo Patta. Non mancheranno gli altri campioni degli altri sport a cominciare da Tadej Pogačar, vincitore degli ultimi due Tour de France. E poi Bebe Vio con la sua squadra paralimpica, i grandi protagonisti del nuoto paralimpico Simone Barlaam e Giulia Terzi; il motociclismo con le leggende Giacomo Agostini e Max Biaggi e il duetto originale tra Carolina Kostner e il musicista Giovanni Allevi.

E veniamo agli eventi dedicati al grande calcio: venerdì si parlerà della Nazionale di Calcio con Gabriele GravinaGianluca Vialli e in collegamento il ct. Mancini; il ricordo di Paolo Rossi con la moglie Federica Cappelletti e i campioni del mondo del 1982 Giancarlo AntognoniAntonio Cabrini e Franco Causio.

In serata protagonista la BoboTV, fenomeno del mondo digitale con Bobo VieriLele AdaniAntonio Cassano e Nicola Ventola. Sabato mattina il Teatro Sociale ospiterà una tavola rotonda sul futuro del calcio con: Urbano Cairo, Presidente Torino FC e Presidente e Amministratore Delegato RCS MediaGroup, Zvonimir Boban, Uefa Chief of Football, e Javier Tebas, presidente della Liga. Quindi Thomas Tuchel, allenatore del Chelsea vincitore della Champions League e della Supercoppa Uefa 2020-202. E ancora un faccia a faccia con Siniša Mihajlović. Quindi palcoscenico a Leonardo, l’uomo che ha portato Messi a Parigi. Domenica il racconto di due maestri del calcio Arrigo Sacchi e Marcello Lippi e un talk che vedrà protagonista Sameul Eto’ e la Liga spagnola. Spazio naturalmente anche al calcio femminile che vedrà sul palco giocatrici di serie A, Ludovica Mantovani, presidente della Divisione Calcio Femminile insieme e Francesca Brienza, che commenta il calcio femminile su La7.

A neanche un anno dalla scomparsa dall’eroe dei Mondiali del 1982 Il Festival dello Sport dedica una mostra a Paolo Rossi: “Paolo Rossi, un ragazzo d’oro”. La mostra, che verrà allestita al Palazzo delle Albere, ripercorrerà tutte le tappe più importanti della vita di Pablito: gli esordi, le vittorie e la vita privata. Arte, tecnologia, fotografie d’epoca e interviste che permetteranno ai visitatori di vivere i momenti più importanti di uno degli atleti premiati della storia del calcio.


Facebook
Twitter
WhatsApp
Email

Lascia un commento