Quanti attimi vincenti al Festival dello Sport

 Sarà “L’attimo vincente” il titolo dell’edizione 2021 del Festival dello Sport 2021, a Trento dal 7 al 10 ottobre. Di attimi vincenti l’estate azzurra ne ha vissuti parecchi: dalla vittoria degli Europei di Calcio al record di medaglie olimpiche e paralimpiche vinte a Tokyo 2020 fino alla conquista del titolo Europeo della Nazionale di Pallavolo Femminile. Il Festival – organizzato dalla Gazzetta dello Sport e da Trentino Marketing, con la collaborazione della Provincia autonoma di Trento, Comune di Trento, Apt di Trento e con il patrocinio del CONI e del Comitato Italiano Paralimpico – ripercorrerà tutte le emozioni dei grandi campioni, il loro attimo vincente, quel momento magico in cui si avverte il brivido della vittoria, si sommano fatiche e rinunce fatte, e finalmente si arriva al risultato tanto desiderato.

Molto ricco e vario il programma, che prevede talk, dibattiti, eventi live e camp. Si parte giovedì 7 ottobre con le leggende del calcio Lilian Thuram e del ciclismo Ivan Basso e Alberto Contador.  L’inaugurazione al Teatro Sociale sarà condotta da Jury Chechi e Giorgia Rossi con la speciale partecipazione delle leggende dell’atletica Dick Fosbury e Valerij Borzov e le esibizioni delle ginnaste olimpiche Alexandra Agiurgiuculese e Milena Baldassarri. E ancora giovedì il Festival ospiterà: Simona Quadarella, bronzo a Tokyo 2020 negli 800 stile libero; il terzetto delle meraviglie paralimpiche Ambra Sabatini, Martina Caironi e Monica Contrafatto; le Farfalle della Nazionale di ginnastica ritmica bronzo a Tokyo 2020 Martina CentofantiAgnese DurantiAlessia MaurelliDaniela MogureanMartina Santandrea insieme a Emanuela Maccarani, direttrice tecnica della Nazionale; i signori degli anelli del basket Marco Belinelli e Cecilia Zandalasini, della Virtus Bologna e infine Rosso di fuoco con i piloti Ducati Francesco Bagnaia Jack Miller e Paolo Ciabatti, direttore sportivo Ducati Motor Holding. 

Venerdì, grande evento dedicato alle Olimpiadi con il presidente del CONI Giovanni Malagò, la partecipazione dei portabandiera azzurri a Tokyo 2020 Jessica Rossi ed Elia Viviani, e i medagliati olimpici Diana BacosiAbraham ConyedoMaurizio Nespoli, Lucilla BoariNicolò MartinenghiAlessandro MiressiStefano OppoPietro Willy RutaManfredi Rizza e Irma Testa. Le Frecce Tricolori daranno spettacolo nel cielo di Trento in un grade evento outdoor; 100 anni di Basket Italiano raccontati da tre generazioni di cestisti: Dino Meneghin, Carlton Myers e Stefano Tonut; il presente e il futuro del taekwondo italiano Vito Dell’Aquila e Simone Alessio con il direttore tecnico Nazionale taekwondo Claudio Nolano; il canottaggio con le vincitrici dell’oro a Tokyo 2020 Martina Cesarini e Valentina Rodini. Il Palazzo della Regione accoglierà gli atleti paralimpici Francesca Porcellato e Oney Tapia con il presidente del Cip Pancalli; il team di Luna Rossa vincitrice della Prada cup; il campione norvegese di discesa Aleksander Aamodt Kilde ,le campionesse del judo Maria Centracchio e Odette Giuffrida racconteranno la loro storia: due amiche arrivate a Tokyo insieme e ripartite con due medaglie di bronzo al collo.

Sabato, diversi gli incontri dedicati ai protagonisti degli sport invernali: le campionesse Sofia Goggia e Marta Bassino, Dominik Paris e le leggende dello sci Deborah Compagnoni e Alberto Tomba che, a cinque anni dai Giochi invernali di Milano-Cortina, racconteranno cosa significa trovarsi al cancelletto di partenza con i cinque cerchi sul petto. Si parlerà di alpinismo con l’uomo dei record Nirmal Purja e di marcia con i campioni olimpici Antonella PalmisanoMassimo Stano e poi, la festa dedicata a Gianmarco Tamberi, oro a Tokyo 2020 nel salto in alto. Con lui la leggenda Dick Fosbury, oro a Città del Messico 1968, e Javier Sotomayor, primatista del mondo della specialità dal 1993. E ancora l’Nba con Boris Diaw, il ciclismo con il campioneolimpico Filippo Ganna e la pallavolo con la leggenda Francesca Piccinini.

Domenica l’altro evento clou dedicato all’atletica azzurra.  All’ Auditorium Santa Chiara protagonista Marcell Jacobs, oro a Tokyo 2020 nei 100 metri. A salutarlo ci sarà un altro mito di questa specialità Valerij Borzov, oro nei 100 e 200 metri alle Olimpiadi di Monaco di Baviera 1972. Quindi a seguire la celebrazione della nostra staffetta 4×100 vincitrice della medaglia d’oro con lo stesso Marcell JacobsFilippo TortuFausto DesaluLorenzo Patta. Non mancheranno gli altri campioni degli altri sport a cominciare da Tadej Pogačar, vincitore degli ultimi due Tour de France. E poi Bebe Vio con la sua squadra paralimpica, i grandi protagonisti del nuoto paralimpico Simone Barlaam e Giulia Terzi; il motociclismo con le leggende Giacomo Agostini e Max Biaggi e il duetto originale tra Carolina Kostner e il musicista Giovanni Allevi.

E veniamo agli eventi dedicati al grande calcio: venerdì si parlerà della Nazionale di Calcio con Gabriele GravinaGianluca Vialli e in collegamento il ct. Mancini; il ricordo di Paolo Rossi con la moglie Federica Cappelletti e i campioni del mondo del 1982 Giancarlo AntognoniAntonio Cabrini e Franco Causio.

In serata protagonista la BoboTV, fenomeno del mondo digitale con Bobo VieriLele AdaniAntonio Cassano e Nicola Ventola. Sabato mattina il Teatro Sociale ospiterà una tavola rotonda sul futuro del calcio con: Urbano Cairo, Presidente Torino FC e Presidente e Amministratore Delegato RCS MediaGroup, Zvonimir Boban, Uefa Chief of Football, e Javier Tebas, presidente della Liga. Quindi Thomas Tuchel, allenatore del Chelsea vincitore della Champions League e della Supercoppa Uefa 2020-202. E ancora un faccia a faccia con Siniša Mihajlović. Quindi palcoscenico a Leonardo, l’uomo che ha portato Messi a Parigi. Domenica il racconto di due maestri del calcio Arrigo Sacchi e Marcello Lippi e un talk che vedrà protagonista Sameul Eto’ e la Liga spagnola. Spazio naturalmente anche al calcio femminile che vedrà sul palco giocatrici di serie A, Ludovica Mantovani, presidente della Divisione Calcio Femminile insieme e Francesca Brienza, che commenta il calcio femminile su La7.

A neanche un anno dalla scomparsa dall’eroe dei Mondiali del 1982 Il Festival dello Sport dedica una mostra a Paolo Rossi: “Paolo Rossi, un ragazzo d’oro”. La mostra, che verrà allestita al Palazzo delle Albere, ripercorrerà tutte le tappe più importanti della vita di Pablito: gli esordi, le vittorie e la vita privata. Arte, tecnologia, fotografie d’epoca e interviste che permetteranno ai visitatori di vivere i momenti più importanti di uno degli atleti premiati della storia del calcio.


Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email

Lascia un commento