Sarà effetto Sinner?

Con una settantina di soci e oltre una trentina di bambini iscritti annualmente alla scuola tennis, il Circolo Tennis di Moena si appresta a iniziare la stagione di allenamenti, corsi, partite e tornei sui due campi in terra sintetica da poco risistemati. Si inizia il 24 e 25 aprile con un torneo riservato ai non classificati. In estate si terranno poi il consueto torneo di Ferragosto e la giornata dedicata ai bambini, oltre a diverse sfide tra appassionati pensate più per il piacere di giocare che per la classifica.

Il presidente Francesco Globo vede un rilancio del movimento tennistico locale: “Negli anni Ottanta, Moena disponeva di cinque campi sempre occupati: erano gli anni di Panatta e tutti volevano giocare a tennis. Il decennio successivo ha visto un graduale ridimensionamento. Nei primi anni Duemila i campi erano quasi sempre vuoti: eravamo meno di dieci soci. Il tennis italiano ora sta nuovamente vivendo una grande stagione e i numeri stanno tornando a crescere. Sono certo che vedremo aumentare il numero di bambini che si avvicinano a questo sport, trascinati dall’esempio di un campione come Sinner, giovane, promettente e proveniente da un paese di montagna come il nostro”.

Insomma, sembra che l’avere 10 italiani tra i 100 migliori al mondo avrà effetto anche sui campi di tennis delle nostre valli….

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email

Lascia un commento