Schianti: un corto di Passigato sul bosco dopo Vaia

“Schianti”, è il titolo del nuovo documentario diretto da Tobia Passigato e prodotto da Indiana Production che è candidato nella categoria Passion Project al Young Director Award 2020 di Cannes.

Passigato è autore di numerosi short film tra cui questo nuovo corto di 17 minuti girato in val di Fiemme, in particolare nei dintorni di Predazzo, e qualche scena in Primiero, con attori locali, a partire dalle zie Lucia e Ginetta Felicetti di Predazzo che, assieme alla micologa Elsa Piazzi, al boscaiolo Vitale Giacomelli, Silvano Doff Sotta, Cristina Tampone ed altri, raccontano il loro rapporto con il bosco e le sensazioni provate quel 29 ottobre del 2018 quando la tempesta Vaia spazzò via milioni di alberi in poche decine di minuti.
Di quella notte Lucia, Elsa e Silvano ricordano solo il buio, il vento, ed un rumore, un rumore cupo e tremendo. Quello che nessuno di loro può dimenticare è la vista della mattina seguente: il bosco che per anni avevano vissuto, amato, curato, era caduto. Sensazioni ed emozioni vissute da decine di migliaia di persone e ancora vive in molti di noi, che il regista racconta con un’efficace fotografia in bianco e nero a beneficio, probabilmente, più di coloro che questa esperienza non hanno vissuto piuttosto che di chi s’è trovato dentro Vaia. In realtà si tratta di un atto d’amore verso il bosco costruito con le testimonianze di gente comune, piuttosto che di un docu-film su Vaia.

La pellicola sarà presentata in numerosi festival dopo di che sarà disponibile per la visione pubblica.

Tobia Passigato è autore di altri corti, anche sulla montagna. Il trailer si può visionare sul suo sito: http://www.tobiapassigato.it/portfolio-item/short-film-schianti/

 

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email

Lascia un commento