Si torna in sala con la 69° edizione del Trento Filmfestival, montagne e culture

Francesco Morandini sarà il nostro inviato “molto speciale” al Trento Filmfestival.

Potrete leggere i suoi reportage, IN ESCLUSIVA, sull’Avisioblog.

 Trento Film Festival sarà il primo festival italiano a tornare in sala, dal vivo. Dal 30 aprile al 9 maggio (online fino al 16) tutti i 98 film selezionati per la 69° edizione della rassegna, saranno proiettati alla multisala Modena di Trento e fino al 16 maggio saranno disponibili sulla piattaforma online.trentofestival.it. Saranno tuttavia le uniche opportunità per seguire il festival dal vivo. Tutto il resto, le decine di eventi alpinisti, scientifici e letterari saranno disponibili in streaming sulla stessa piattaforma. Il Festival quindi garantirà al suo pubblico una proposta culturale inedita e affascinante. Nivers Merci, Heinz Mariacher, Mélissa La Nevé, Robert Peroni, Erri De Luca e tante e tanti altri parteciperanno ad un inedito format ideato e condotto dal grande alpinista Hervè Barmasse. Montagnalibri slitterà invece a giugno e in quell’occasione saranno probabilmente riproposti altri eventi dal vivo. Per seguire i film in sala nei prossimi giorni sarà possibile acquistare online sul sito del Festival i singoli biglietti o l’abbonamento a tutta la rassegna, al prezzo di 25 €. Stessa cifra per la visione in streaming. Per chi volesse seguire alcune proiezioni al cinema Modena e altre, che magari non è riuscito a vedere dal vivo, in streaming sul divano di casa la settimana successiva, l’abbonamento cumulativo è di 40 €. I biglietti si possono acquistare anche direttamente al cinema Modena. Sul sito del Filmfestival è possibile scoprire anche tutti gli eventi in programma, sia dal vivo che in streaming. Questo il link con gli appuntamenti.  http://bit.ly/TrentoFilmFestivalEventi. Qui invece gli orari delle proiezioni al Multisala Modena di Trento: http://bit.ly/TrentoFilmFestivalCinema.

Per chi non potrà esserci, seguiremo il Festival per voi, vi racconteremo i film, i commenti, il clima che si respirerà alla riapertura delle sale, i personaggi (quelli che ci saranno a vedere o presentare i film). Ricordo tra gli altri, il film di cui abbiamo già scritto nei giorni scorsi (qui l’articolo) di Tobia Passigato « Schianti » un corto in bianco e nero sulla tempesta Vaia girato a Predazzo e Primiero, con la partecipazione di alcuni noti abitanti del luogo, in programma martedì 4 maggio alle 19.45.

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email

Lascia un commento